mercoledì, 8 Dicembre, 2021
HomeCalabriaUmiliata per i suoi studi a Catanzaro, primario Tateo accusato di mobbing...

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, primario Tateo accusato di mobbing su 7 tra medici e infermieri

Saverio Tateo resta nel mirino delle critiche per il presunto mobbing nei confronti di ben sette dipendenti tra medici e infermieri all’interno del reparto di Medicina e Ginecologia dell’ospedale Santa Chiara di Trento. I sanitari avrebbero affermato di essersi sentiti maltrattati o addirittura aggrediti verbalmente dall’ex primario che ora si difende.
Sono 17 in totale le contestazioni in base alle quali è stato avanzato il licenziamento per giusta causa da parte dell’Ufficio procedimenti disciplinari con la conferma del Comitato dei garanti.

Slide
02

Le accuse sono gravi e vanno dalle intimidazioni e minacce fino alla diffamazione verbale e al demansionamento. Tra i nomi emersi dalle indagini ci sarebbe anche quello di Sara Pedri, la dottoressa scomparsa nel marzo scorso in circostanze misteriose.
Tateo, difeso dall’avvocato Vincenzo Ferrante, per parte sua ha depositato una mail speditagli dalla ginecologa nella quale si potevano leggere i ringraziamenti personali che la professionista gli avrebbe rivolto.
Ma le presunte vessazioni da parte del professionista che culminarono anche con richieste di dimissioni ad una dottoressa o esclusioni dalla sala operatoria con (sempre presunti) favoritismi vengono contestate con forza dai rilievi disciplinari risalenti già all’ottobre del 2018.
Il tutto espresso con toni decisamente alterati che secondo le testimonianze spesso sarebbero arrivati alle sale di attesa e ai degenti.
Ora sta al giudice del lavoro stendere la valutazione definitiva sulla condotta del dirigente per stabilirne con certezza le eventuali responsabilità.

(fonte: lavocedeltrentino.it)

Leggi anche:

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, parla la mamma di Sara Pedri

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, trasferito il primario di ostetricia di Trento

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, acquisita tutta la documentazione di Sara Pedri

Parla la sorella della ginecologa scomparsa e lancia pesanti accuse sull’ospedale di Trento

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, parla il fidanzato cosentino della 32enne scomparsa

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro: l’ex prof di Sara Pedri scrive al ministro Speranza

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, arrivano gli ispettori ministeriali all’ospedale di Trento

 

 

SEGUICI SUI SOCIAL

140,558FansLike
5,380FollowersFollow
327FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE