x

x

sabato, 2 Marzo, 2024
HomeAttualitàCome sta la tua memoria? Attività di screening

Come sta la tua memoria? Attività di screening

Avete superato i sessanta anni? Avete mai avuto problemi di memoria? Volete partecipare gratuitamente ad uno screening in tal senso?
Sabato 24 Febbraio a Lamezia Terme e sabato 16 Marzo a Girifalco 2024 le prime due giornate, in totale saranno 10, del progetto “Come sta la tua memoria? Prevenzione e Screening”, un progetto dell’Associazione per la Ricerca Neurogenetica, di respiro regionale ma che prende in considerazione in questa prima fase il territorio della Provincia di Catanzaro.

Dei dettagli e di come si svilupperà il progetto se ne è parlato in una conferenza stampa organizzata presso “Il Chiostro, Caffè Letterario” di Lamezia Terme.
I relatori, Antonio Laganà, Presidente ARN, Teresa Dattilo, Assistente sociale, Valentina Laganà, Psicologa psicoterapeuta, Giacinto Gaetano, Direttore Sistema Bibliotecario Lametino, Antonio Esposito, Presidente OpenSpace APS e Carlo Bonifati, Responsabile Territoriale Auser Catanzaro-Lamezia, hanno illustrato gli obiettivi e le dinamiche del progetto stesso.

Slide
Slide
Slide

L’attività di screening sarà utile da un lato a far emergere i primi campanelli d’allarme al fine di contenere o ridurre il rischio di insorgenza della malattia di memoria e dall’altro a promuovere l’eventuale diagnosi precoce per rallentare la progressione degenerativa delle patologie.

Sono stati individuati due target di persone da invitare alle giornate dedicate sia allo screening sia all’educazione alla salute, uno costituito da soggetti over 60, l’altro da giovani dai 16 ai 19 anni perché a questa età è importante cominciare a fare scelte appropriate per evitare i fattori di rischio come fumo, alcool, cattiva alimentazione, sedentarietà, evidenziati dalla comunità scientifica come terreno fertile per sviluppare le demenze.

Individuato anche un terzo target costituito da tutti i cittadini che sono desiderosi di informazioni sia sugli aspetti clinici della malattia che sugli aspetti psicosociali, relazionali e pratici i quali troveranno nei punti di biblioteca\mediateca diffusi punti informativi dove sarà facile consultare vari testi su tutti gli aspetti di queste patologie o che potranno partecipare ad Impressioni Mobili, chiaramente valido anche per gli altri target, con esperienze dirette di percorsi di trekking urbano dedicati.

Con le attività di screening e prevenzione nei territori, attraverso il lavoro sui territori di un’equipe di professionisti di comprovata esperienza nel trattamento dei disturbi di memoria, l’obiettivo sarà quello di raggiungere almeno 400 persone over 60 disponibili a sottoporsi allo screening ed essere, se necessario, indirizzate a cosa fare successivamente.

Il valore aggiunto di questo progetto sarà la sinergia con i comuni interessati ed i loro servizi alla persona, la collaborazione di almeno 15 enti del Terzo Settore coinvolti, di cui un ruolo determinante sarà svolto dai circoli AUSER provinciali che sono partner del progetto.

I comuni disponibili a gestire il lavoro e già individuati in questo progetto pilota che durerà all’incirca 10 mesi sono: Lamezia Terme, Maida, Feroleto, San Pietro a Maida, Soveria Mannelli, Catanzaro, Girifalco, Albi, Sant’Andrea sullo Jonio, Sersale e Guardavalle.

Il progetto realizzato da ARN è stato realizzato con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Lamezia, intervenuto con un saluto il vice-sindaco Antonello Bevilacqua, Open Space APS, Sistema Bibliotecario Lametino e Auser Catanzaro.

Durante la conferenza stampa è stato fornito anche il numero per il quale sarà possibile prenotarsi cioè 375 7984594 dal lunedì a venerdì 9:00-18:00.

Una proposta co-finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Calabria a valere sui fondi ADP 2019-2020-2021, articoli 72 e 73 SEL DLGS 117/2017.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,089FansLike
6,653FollowersFollow
380FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE