x

x

venerdì, 1 Marzo, 2024
HomeCalabriaUmiliata per i suoi studi a Catanzaro, tribunale Trento dispone il reintegro...

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, tribunale Trento dispone il reintegro del primario Tateo

Il giudice del lavoro di Trento ha dichiarato illegittimo il licenziamento di Saverio Tateo, ex primario dell’unità operativa di ginecologia e ostetricia dell’ospedale del capoluogo trentino. Tateo era stato licenziato dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari (Apss), con il parere positivo del comitato dei garanti, l’8 novembre 2021, a nove mesi dalla scomparsa della ginecologa Sara Pedri, avvenuta il 4 marzo 2021.

Il Tribunale di Trento ha escluso che le 17 contestazioni disciplinari, in gran parte relative a presunti atteggiamenti vessatori, si configurassero come maltrattamenti. Il giudice ha inoltre condannato l’azienda sanitaria al pagamento delle retribuzioni degli ultimi due anni. Tateo dovrà quindi essere reintegrato quale direttore dell’unità operativa di ginecologia e ostetricia dell’Ospedale Santa Chiara.

Slide
Slide
Slide

“Apss non intende esprimere commenti, almeno fino a quando non sarà in possesso del testo con le motivazioni e avrà avuto modo di fare le valutazioni necessarie per attuare i conseguenti adempimenti”. Queste le parole raccolte da “ildolomiti.it” che arrivano dall’Azienda sanitaria in relazione alla sentenza del giudice del lavoro di Trento.

Leggi anche:

Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, licenziato il primario della ginecologa scomparsa Sara Pedri

VIDEO-Umiliata per i suoi studi a Catanzaro, colleghi e amici del ‘Pugliese-Ciaccio’ ricordano Sara Pedri

SEGUICI SUI SOCIAL

142,089FansLike
6,654FollowersFollow
380FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE