Sanità: mons. Bertolone: timori per sorti Fondazione Betania e Sant’Anna Hospital

- Advertisement -
Slider

Catanzaro – L’arcivescovo della Diocesi di Catanzaro-Squillace, monsignor Vincenzo Bertolone, esprime “profonda preoccupazione – é detto in un comunicato – per l’evoluzione delle vicende riguardanti, nel suo complesso, il sistema sanitario e socio-assistenziale sanitario, con la crisi in cui sono state ricacciate alcune delle principali strutture del territorio, da sempre all’avanguardia per professionalità e qualità dei servizi”.

- Advertisement -

“Le vicissitudini che praticamente da sempre interessano, ad esempio, la Fondazione Betania e che da ultimo hanno toccato ed ora rischiano di travolgere persino un polo di eccellenza unanimemente apprezzato quale il Sant’Anna – afferma monsignor Bertolone – destano timore non solo per le sorti di centinaia di lavoratori, ma anche per l’integrità di un sistema sociosanitario già depotenziato e che adesso potrebbe perdere ulteriori pezzi, fino a scomparire del tutto. Il baratro sembra avvicinarsi per le incomprensioni tra istituzioni e per questioni burocratiche. Il ripristino della legalità è fondamentale: si accertino eventuali colpe responsabilità e si ristabilisca in maniera ferma e chiara la correttezza delle regole. Al tempo stesso, si assicuri l’operatività di un settore e di centri indispensabili per la salute e l’assistenza”.

“Confidiamo – dice ancora l’Arcivescovo di Catanzaro – in un’assunzione di responsabilità che porti ad evitare quello che sarebbe uno scempio, una ferita ad una terra già sanguinante e priva di servizi essenziali, soprattutto nel campo della sanità e dell’assistenza socio-sanitaria. Occorre uno sforzo per salvaguardare posti di lavoro, strutture e servizi fondamentali per la Calabria”.