Regionali, al via la campagna elettorale di Aiello (M5S). Polemica sulle liste: Spariti nomi fra i più votati, perchè?

“Con la firma della mia candidatura, inizia di fatto la campagna elettorale”- Lo ha postato sui social il candidato alla carica di presidente della giunta regionale per il MoVimento 5 Stelle, Francesco Aiello che ha inteso anche spiegare che “L’obiettivo è quello di spersonalizzare la campagna elettorale cercando di mettere in evidenza quelle che sono le questioni chiave del sottosviluppo della nostra regione. A partire dal perché la Calabria è in declino e cosa dovremo fare per tentare di recuperare in crescita e sviluppo”.
Aiello, inoltre, spiega che “La lista del MoVimento 5 Stelle è quella scaturita dall’esito della consultazione sulla piattaforma Rousseau, mentre la lista civica accoglie la rappresentanza del territorio con profili che provengono dalla società civile e che apportano un contributo sia in termini di capitale reputazionale acquisito nel tempo, sia in termini di capacità analitica di proporre soluzioni dai luoghi dai quali provengono”.
«L’alleanza civica del Movimento 5 Stelle ha ufficialmente presentato le liste dei propri candidati al Consiglio regionale della Calabria». Lo affermano, in una nota congiunta, Francesco Aiello, candidato governatore della stessa alleanza civica, e Paolo Parentela, coordinatore del Movimento 5 Stelle per le elezioni regionali della Calabria. «Nelle tre circoscrizioni elettorali della Calabria, la nostra coalizione civica – aggiungono Aiello e Parentela – è presente con la lista e il simbolo del Movimento 5 Stelle e con la lista e il simbolo di Calabria Civica, con l’obiettivo di rappresentare l’unica alternativa al sistema dei partiti, che in Calabria ha fatto salire la disoccupazione, affossato il Servizio sanitario regionale, gestito la cosa e la spesa pubblica in maniera molto spesso clientelare, così determinando condizioni di dominio criminale, di sottosviluppo, di spaventoso degrado del territorio, di disperazione, di povertà e sofferenza spaventose, con il conseguente aumento dei viaggi della speranza per lavoro e cure altrove». «Con l’attenta valutazione dei candidati da parte dei probiviri, del comitato di garanzia e del capo politico del Movimento 5 Stelle, abbiamo garantito – proseguono Aiello e Parentela – liste pulite, fatte di persone coraggiose, libere e capaci che non hanno affiliazioni ai partiti, alla criminalità organizzata e ad associazioni segrete, vietate dalla legge. Ci presentiamo al giudizio degli elettori con la consapevolezza d’aver rifiutato la corte dei partiti e di loro istrioni, d’aver compiuto una scelta netta per il bene comune e non per l’interesse di quei comitati di potere individuati e perseguiti dalle Procure». «Nonostante l’opera di bonifica di Nicola Gratteri, i nostri avversari hanno tra l’altro imbarcato – conclude Parentela – soggetti che hanno costruito fortune grazie alle mammelle della Regione o personaggi che fino a ieri hanno sostenuto a spada tratta protagonisti di una pessima e fallimentare amministrazione della Calabria».

MOVIMENTO 5 STELLE
Circoscrizione Nord
Vittorio Bruno
Guglielmo Minervino
Rossella Gallo
Davide Tavernise
Valentina Pastena
Manlio Caligiuri
Gianluca Paldino
Carmela Cirullo
Rosa Bevilacqua.

Circoscrizione Centro
Iolanda Nausica Scalese
Francesco Mardente
Chiara Giardino
Dariush Assadi
Alessia Bausone
Giuseppe Tropeano
Umberto Militare
Vittorio Oliveto.

Circoscrizione Sud
Maria Laface
Antonino Scappatura
Armando Quattrone
Domenico Augliera
Riccardo Barbucci
Cosimo Romeo
Natale Costantino.

CALABRIA CIVICA-LIBERI DI CAMBIARE
Circoscrizione Nord

Francesco Aiello
Nicholas Rinaldi
Luca delle Cave
Giovanni Bonacci
Angela Rizzo
Francesco Romano
Tiziana Garofalo
Francesco Luca Lifrieri
Gianfranco Tocci.

Circoscrizione Centro
Luigi Stranieri
Giusy Manuela Ciciarello
Giovanni Pizzimenti
Antonio Maida
Carmela Squillace
Francesco Afitto
Francesco Valenzise
Paola Morace.

Circoscrizione Sud
Amilcare Mollica
Jacopo Rizzo
Giovanni Barillà
Daniele Caccamo
Natale Bianchi
Antonella Italiano.

Con le liste ancora in fase di presentazione e’ gia’ polemica tra i cinquestelle calabresi. Ad innescarla, nel cuore della notte, una esponente del meetup lametino, Giovanna Adamo, gia’ candidata al consiglio comunale, che dal suo profilo facebook attacca: “Perché la candidata più votata su Rousseau Rosella Cerra, 184 voti, sparisce dalla lista? Io come gli altri 183 che abbiamo votato a fare!?? Che grande delusione…Continua il gioco perverso del partecipare per perdere… Bene!!! La mia campagna contro le ingiustizie comincia domani…”.
Immediati i commenti sotto al post tra cui quelli di un’altra simpatizzante del movimento che, tra le altre cose, posta anche uno schema riportante da un lato le scelte fatte dalla piattaforma Rousseau, con i voti ricevuti da ciascun candidato, e dall’altro i nomi dei candidati ufficiali dei cinquestelle da cui si evince che sarebbero tre i nominativi ad essere “spariti”. Infatti, mancano, oltre a Rosella Cerra anche Rosanna Rizzello e Pasqualino Marasco.
Una scelta che, stando a quanto scrive l’esponente cinquestelle non sarebbe stata nemmeno comunicata ai candidati. “Naturalmente – scrive Adamo tra i commenti – neanche una telefonata all’interessata per informarla che qualcuno ha scelto in maniera diversa ed indipendente dai risultati Rousseau!”. Per poi concludere: “Chi ragiona… Anche poco!!!prima o dopo esce dal meetup!!”

Saveria Maria Gigliotti