Pesca e acquacoltura, graduatoria provvisoria della misura a sostegno della comunicazione

assessore Gallo

Catanzaro – Prosegue la campagna per favorire la comunicazione e la promozione dei Flag calabresi, su base regionale, nazionale e transnazionale, al fine di promuovere i prodotti della pesca e dell’acquacoltura sostenibili.

«È stata pubblicata sul portale istituzionale www.regione.calabria.it – informa una nota dell’assessorato all’agricoltura – la graduatoria provvisoria della misura 5.68 del Feamp, prosecuzione della campagna sospesa nel 2020 a causa della pandemia, “Misure a favore della commercializzazione-Gli stati generali del mare calabrese”, valida per l’annualità 2021 e destinata a finanziare manifestazioni, fiere, riunioni, convegni, seminari, conferenze, workshop, show-cooking e degustazioni di prodotti ittici, percorsi di gusto, corsi di cucina con degustazione, attività ludico-didattiche creative, piattaforme web, indagini e ricerche di mercato».

LE DOMANDE
«Le domande presentate dai quattro Flag calabresi sono risultate tutte ammissibili, per un contributo complessivo concesso di 100mila euro. Per ogni area del singolo Flag – specifica l’assessorato – saranno realizzate due manifestazioni, unicamente il “Flag I borghi marinari dello Jonio” ne realizzerà quattro. In ogni caso la Regione Calabria avrà facoltà di individuare le sedi più idonee allo svolgimento delle manifestazioni».

«IMPULSO A TURISMO ENOGASTRONOMICO»
«Si tratta – commenta l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – di un’iniziativa a sostegno dei nostri Flag, attori principali dello sviluppo locale dal punto di vista delle attività legate alla pesca e all’acquacoltura, per la promozione della produzione calabrese. Un modo quindi per dare impulso al turismo enogastronomico nei nostri territori, caratterizzati da antiche tradizioni e gusti unici, che meritano di essere conosciuti di più, non avendo nulla da invidiare alle altre regioni italiane».

I partecipanti al bando potranno inviare, esclusivamente a mezzo Pec, all’indirizzo [email protected], l’eventuale domanda di riesame della propria posizione, specificando in maniera puntuale i motivi a fondamento dell’istanza, entro il 14 agosto 2021.