Giovane da sola pulisce spiaggia a Le Castella, proposto encomio

- Advertisement -
Slider

Isola Capo Rizzuto (KR) – “In questo periodo di piena emergenza epidemiologica, in cui stiamo attraversando momenti tragici e di sconforto, ci sono gesti che più di altri ci danno la forza di andare avanti e ci fanno capire quanto alcuni giovani siano realmente attaccati alle proprie radici e al rispetto dell’ambiente. Questa mattina- fa sapere il consigliere comunale Andrea Liò – ho scoperto, attraverso i social network, che una nostra concittadina, una giovane ragazza si è armata di guanti, sacco dell’immondizia e, soprattutto, tanta pazienza e ha ripulito la piccola spiaggetta adiacente il Castello Aragonese di Le Castella, il nostro simbolo per eccellenza”.

- Advertisement -

“Ho apprezzato con tanta umiltà e ammirazione quel gesto, che a molti può sembrare banale ma non lo è: quanto fatto da Elena Parisi è, e deve essere, da monito per tutti, giovani e meno giovani- aggiunge Liò. Il rispetto per l’ambiente, soprattutto dei luoghi dove si vive, deve essere la base della nuova generazione che sta crescendo, solo così si può tentare di salvare il mondo. Elena, spesso impegnata in queste iniziative, ha raccolto quanto più materiale possibile, almeno tre grandi sacchi di vario genere, oltre a diversi pezzi di sedie, di ombrelloni e altro materiale che in questi giorni di maltempo la forza del mare ha riportato a riva. No, non è colpa del mare. E’ tutto materiale che noi stessi, chi più chi meno, ha lasciato sulle rive delle spiagge o buttato per strada, la corrente e il vento li hanno ‘consegnati’ al mare che oggi ce li restituisce, come è giusto che sia. Grazie a gente come Elena tutto questo viene ripulito in poco tempo, un esempio che tutti noi dovremmo seguire sin dalla base, cioè non lasciare rifiuti ovunque. Da cittadino castellese ringrazio Elena per aver ripulito quella che è anche la mia spiaggia; da consigliere comunale, da amministratore scelto dal popolo, propongo al Sindaco Maria Grazia Vittimberga, sempre molto attenta alle problematiche ambientali, di voler dare un riconoscimento simbolico a questa giovane ragazza, un encomio che possa incentivare altri ad agire allo stesso modo. Sono queste persone a renderci ancora più orgogliosi di appartenere a questa terra. Viva i giovani, viva l’ambiente”- conclude il consigliere comunale.