sabato, 27 Novembre, 2021
HomeAttualitàVIDEO-Primo giorno di scuola in tenda per gli alunni della scuola di...

VIDEO-Primo giorno di scuola in tenda per gli alunni della scuola di Portosalvo di Vibo Valentia

 

02
02

(Il video è dell’Associazione Compresi gli Ultimi)

Vibo Valentia – Alcune decine di persone, tra genitori e bambini, si sono radunate nella villetta della frazione Portosalvo di Vibo Valentia, nel giorno di apertura dell’anno scolastico, per protestare contro la sistemazione d’emergenza degli scolari di infanzia e primaria frequentanti il plesso del centro costiero. L’edificio è stato chiuso a seguito di problemi riguardanti il tetto che sarebbe a rischio crollo nonostante il lavori di efficientamento energetico conclusi il 25 maggio scorso.

Una situazione che ha indotto a trovare nel giro di appena quattro giorni una soluzione tampone con l’installazione di una serie di gazebo all’interno dell’area verde antistante.
Decisione questa presa dalla scuola e dai docenti, ma duramente criticata dai genitori degli alunni. A parlare con i genitori la dirigente scolastica Maria Salvia, gli insegnanti e il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo.

Quest’ultima – attraverso la pagina social del Comune – è intervenuta per spiegare che “…io e la mia amministrazione non solo non abbiamo nulla di cui vergognarci, quanto siamo orgogliosi del nostro operato mosso esclusivamente dalla volontà di garantire – a tutti i costi- anche ai ragazzi di Porto Salvo l’inizio dell’anno scolastico in presenza e in sicurezza. Volendo brevemente ripercorrere le tappe che hanno portato all’ordinanza di chiusura della scuola, va detto che nell’anno 2017, essendo stati esclusi problemi strutturali, i tecnici hanno segnalato la necessità di intervenire sul tetto -si ricorderanno le numerose segnalazioni per le infiltrazioni- pertanto abbiamo preso al volo l’opportunità di intervenire proprio sul tetto adoperando i finanziamenti per l’efficientamento energetico che, tecnicamente, non hanno appesantito la struttura. Nel frattempo – prosegue il sindaco -abbiamo anche utilizzato i finanziamenti per verificare la sicurezza dell’edificio, gli esiti delle prime analisi non sono stati del tutto soddisfacenti e proprio perchè abbiamo a che fare con la sicurezza dei nostri figli, abbiamo pensato di approfondire fino ad arrivare al livello massimo di conoscenza possibile (c.d. LC3) che, purtroppo, ha dato esito negativo. A questo punto, in pieno accordo e armonia con la Dirigente Maria Salvia, per scongiurare la DAD, abbiamo fatto di tutto per garantire anche ai bambini di Porto Salvo l’avvio dell’anno scolastico in sicurezza e in presenza. Dunque nelle more della ricerca di una sistemazione definitiva la Dirigente insieme con i suoi docenti, ha pensato a un nuovo modello di scuola all’aperto per il quale condividiamo l’orgoglio di una soluzione all’avanguardia anche in punto di ripresa e resilienza, quest’ultima intesa come la necessità di trovare la soluzione al problema. E va ricordato che per la prima volta i nostri bambini troveranno i libri di testo sui loro banchi, anche a Porto Salvo”- conclude Maria Limardo.

SEGUICI SUI SOCIAL

140,467FansLike
5,379FollowersFollow
327FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE