x

x

mercoledì, 24 Aprile, 2024
HomeAttualitàVIDEO-Cosenza, nuova manifestazione "Si Cobas" a sostegno dei lavoratori precari della sanità

VIDEO-Cosenza, nuova manifestazione “Si Cobas” a sostegno dei lavoratori precari della sanità

Il Si Cobas Calabria ha manifestato con i lavoratori, nelle scorse ore, per le strade di Cosenza. Dopo un colloquio con il Direttore Amministrativo Achille Gentile che ha garantito assunzioni di personale nel breve periodo, i manifestanti si sono recati in corteo verso l’Azienda sanitaria di Cosenza, urlando il proprio disappunto per tutto quello che accade nella sanità pubblica.

“Il Dipartimento tutela della salute nei giorni scorsi e su nostra esplicita richiesta – si legge in una nota firmata da Roberto Laudini e Simone Scandale coordinatori regionali- ha convocato in due giornate tutte le aziende ospedaliere e le Asp provinciali per fare il punto dei fabbisogni di personale. Nei prossimi giorni abbiamo appuntamento con il dipartimento che ci deve dare i dati raccolti da questi incontri e noi speriamo che siano appuntamenti fissi che possano servire a rendere la comunicazione migliore tra aziende, visto che è un problema in questa nostra sanità malata da troppi anni. In Asp Cosenza abbiamo denunciato tutte le irregolarità che si stanno facendo nelle assunzioni di personale OSS, abbiamo chiesto come mai da circa due mesi un bando di stabilizzazione interno non sia stato ancora chiuso, abbiamo chiesto dei 92 Oss a tempo determinato chi possa raggiungere i requisiti di stabilizzazione dei 18 mesi ma ovviamente nessuna risposta, tutto scivola sul muro di gomma e la banda bassotti sa bene come arrampicarsi su questo muro”.

Slide
Slide
Slide

“Ovviamente sulla vicenda Asp Cosenza e sulle decisioni di Remigio Magnelli- prosegue la nota – noi faremo sempre una dura lotta perché il piano assunzioni 2022 deve essere coperto con le assunzioni a tempo indeterminato e non con il precariato, che sappiamo bene a cosa serve ovvero a creare un bacino di voti. Il Si Cobas Calabria lotterà sempre per rivendicare il diritto al lavoro e dare forza a questa sanità pubblica calabrese violentata e distrutta dalla politica e dalla mafia. Occhiuto devi fare di più sei il commissario ad acta della nostra sanità pubblica, vogliamo delle risposte vere e non le risposte social”.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,050FansLike
6,779FollowersFollow
380FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE