x

x

domenica, 14 Luglio, 2024
HomeAttualitàUnilavoro Pmi, Sebastiano Guzzi: "ripresa del settore turistico in Italia"

Unilavoro Pmi, Sebastiano Guzzi: “ripresa del settore turistico in Italia”

Il report di Demoskopica: attesi 68 milioni di turisti

Il turismo italiano è pronto a ripartire con grande forza. A sottolinearlo, con fierezza, Sebastiano Guzzi, Vice Presidente Nazionale Unilavoro Pmi. Secondo una recente indagine, evidenzia l’imprenditore lametino, il 2023 potrebbe essere l’anno dei record per il nostro Paese. Saranno tantissimi i viaggiatori che sceglieranno di trascorrere le loro vacanze nelle più belle e più ambite regioni italiane. A rivelarlo sono le previsioni dell’Istituto Demoskopika, che mostrano dati in crescita su ogni fronte. Le stime parlano di oltre 442 milioni di presenze (ovvero il numero di notti passate in una struttura) nel corso dei prossimi mesi, segnando così un aumento del 12,2% rispetto all’anno scorso. Questo sarebbe inoltre il valore più alto mai registrato sino ad oggi.

Ben 68 milioni di turisti e quasi 267 milioni di pernottamenti in Italia previsti nell’estate 2023, con una crescita rispettivamente pari al 4,3% (arrivi, cioè il numero di clienti ospitati negli esercizi ricettivi nel periodo considerato) e al 3,2% (presenze, cioè il numero delle notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi) rispetto al stesso periodo (giugno-settembre) del 2022, quando ci furono 65,2 milioni di arrivi e 258 milioni di pernottamenti. Effetto positivo anche sulla spesa turistica: stimati circa 46 miliardi di euro, con una crescita del 5,4% rispetto al 2022. Ma quali sono le regioni più gettonate? Gli amanti del mare, sottolinea Guzzi, sceglieranno, prime tra tutte, la Sicilia, la Puglia, la Sardegna, la Toscana. Gli amanti delle montagne e delle colline sceglieranno Trentino-Alto Adige, Veneto e Piemonte. Altre mete ambite saranno le città d’arte e i centri storici: Lazio, Lombardia, Emilia Romagna. Grande flusso nelle città più ambite da sempre: Roma, Milano, Bologna, Firenze, Napoli e Venezia.

Slide
Tenuta delle Grazie 13_6_2024

L’estate 2023 vedrà protagoniste indiscusse del turismo, le città più importanti. La Calabria non occuperà le zone alte nella classifica delle regioni, ma, secondo i calcoli supposti da Demoskopika, dovrebbe registrare comunque un notevole aumento. Speriamo, conclude Guzzi con speranza e ottimismo, che la Calabria, regione ricca di magnificenze e di risorse, nota per le sue bellezze paesaggistiche, per le sue spiagge da sogno e per la sua cucina prelibata, riesca a rafforzare le sue potenzialità, sfruttare bene le sue straordinarie risorse, e conquistare, al meglio, la fiducia dei vacanzieri.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,034FansLike
6,832FollowersFollow
380FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE