‘Teatro in Note’ consegna libri e quadri all’Ospedale Annunziata di Cosenza

- Advertisement -
Slider

Cosenza – Teatro in Note continua a portare avanti l’inscidibile connubio fra arte e solidarietà. Anche quest’anno Vera Segreti, direttore artistico della cooperativa sociale, e tutto lo staff hanno voluto allietare la degenza dei pazienti dell’Annunziata ricoverati nei reparti di Oncologia e Psichiatria donando libri e dipinti.

- Advertisement -

“Per un sorriso donato” è l’iniziativa creata da Teatro in Note, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria guidata da Giovanni Arruzzolo e che, grazie a questo prezioso contributo, si è potuta tenere anche quest’anno nei reparti dell’Ospedale Civile dell’Annunziata.

«In una fredda giornata d’inverno che odora di neve, l’entrata nei reparti supera la barriera di questi faticosi mesi per la chiusura Covid. Con il nuovo anno finalmente arriva un dono carico di speranza e di opportunità che solo la bellezza può restituire in termini di fiducia», ha spiegato Vera Segreti il senso dell’iniziativa “Per un sorriso donato”.

Sono stati consegnati i libri per completare la biblioteca del reparto di Oncologia e il sanificatore per ambiente alla presenza del Direttore sanitario dottor Franco Rose, del dottor Serafino Conforti e della dottoressa Angela Piattelli.

Nel reparto di Psichiatria, alla presenza della dottoressa Mafalda Falcone, responsabile dell’Unità operativa di Psichiatria, della coordinatrice degli infermieri Francesca Sergi e del dottor Gaetano Marchese, sono state consegnate 48 tele che serviranno a completare il progetto “Le stanze dell’arte”. Tele ispirate alle opere dei grandi artisti della pittura di tutti i tempi.

«Queste consegne sono state per noi emozionanti – dice Vera Segreti – Poter dare un aiuto in un momento difficilissimo come questo è per noi davvero importante e gratificante. Concedetemi un ringraziamento speciale al presidente del Consiglio della Regione Calabria Giovanni Arruzzolo e al consigliere regionale Pierluigi Caputo per aver sostenuto la nostra iniziativa».