Tapiro a Matano per il gestaccio dell’inviata della Vita in diretta

- Advertisement -
Slider

Tapiro d’oro al giornalista Alberto Matano per l’imbarazzante scenetta del dito medio dell’inviata Lucia Loffredo durante un servizio di “La vita in diretta”. Sul “gestaccio” sgamato da Striscia era stato costruito un caso, sulla scia dei tanti episodi di cattivo gusto visti nei programmi pomeridiani Rai nelle ultime settimane. Matano, che arriva a quota due Tapiri (uno gli era stato conferito dopo la lite televisiva con Lorella Cuccarini), è stato nuovamente omaggiato da Valerio Staffelli per l’aplomb con cui ha proseguito il collegamento con Loffredo senza dire nulla nè evitare che si notasse quel movimento non proprio elegante. Il giornalista si è giustificato con Staffelli sostenendo: “Non mi sono accorto di niente, ma posso assicurare che non era un gestaccio: la collega stava solo indicando all’operatore di seguirla. Aveva il microfono in mano e le era rimasto quel dito…”.

- Advertisement -

Appare in effetti un polverone eccessivo quello sollevato dall’episodio, se non fosse per l’insinuazione di Striscia su una presunta disparità di trattamento tra il gestaccio di Lorena Loffredo, rimasto senza conseguenze disciplinari e la cacciata di Mauro Corona dal programma “Carta Bianca” dopo essersi rivolto alla conduttrice Berlinguer con l’epiteto “gallina”. A “Non è l’Arena” Mauro Corona ha dichiarato che il provvedimento sarebbe stato preso per danneggiare la trasmissione e di essersi scusato con Bianca Berlinguer, tanto che la stessa lo vorrebbe di nuovo al suo fianco in video. Ma il suo stop invece non sarà breve, almeno così si vocifera da Viale Mazzini. Secondo Striscia uguale rigore dovrebbe essere utilizzato per il comportamento di Loffredo. Un paragone che sembra eccessivo – il direttore di Rai 3 Franco Di Mare sul caso Corona ha infatti ricordato come non sia questa la prima volta che il colorito scrittore si lascia andare a termini poco urbani.