x

x

mercoledì, 24 Aprile, 2024
HomeAttualitàVIDEO-Sono tornate a casa per Natale le due gemelline di Catanzaro operate...

VIDEO-Sono tornate a casa per Natale le due gemelline di Catanzaro operate in utero al “Bambino Gesù” di Roma

Sono tornate a casa per Natale le due gemelline di Catanzaro operate in utero alla 24 ^ settimana di gestazione dall’equipe di Chirurgia fetale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’. L’intervento si e’ reso necessario per scongiurare i gravi rischi della sindrome da trasfusione feto fetale (TTTS o Twin to Twin Transfusion Syndrome), una malattia specifica dei gemelli che hanno in comune la placenta, caratterizzata dal passaggio anomalo di sangue da un gemello all’altro. Le bambine, nate con parto pretermine alla meta’ di ottobre scorso nell’Ospedale S. Pietro Fatebenefratelli, oggi stanno entrambe bene e sono tornate a casa per festeggiare il Natale insieme a tutta la famiglia che le aspettava per abbracciarle per la prima volta. Il viaggio dalla Calabria di mamma Gessica e papa’ Francesco inizia in un caldissimo giorno di agosto e finisce con le luci dell’albero di Natale.

Poco dopo l’arrivo nell’ospedale della Santa Sede con la diagnosi di sindrome da trasfusione feto fetale, l’intervento d’urgenza effettuato dall’equipe di Chirurgia fetale con la dott.ssa Isabella Fabietti che opera all’interno dell’Unita’ operativa di Medicina e Chirurgia Fetale e Perinatale, diretta dal dott. Leonardo Caforio, nell’ambito del Dipartimento medico chirurgico del Feto-neonato-lattante, con direttore il prof. Pietro Bagolan. L’intervento e’ stato effettuato presso il Reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale S. Pietro Fatebenefratelli, guidato dal prof. Marco Bonito, uno dei piu’ importanti centri nascita in Italia, con il quale il Bambino Gesu’ ha avviato da alcuni anni una stretta collaborazione.
E’ seguito il monitoraggio ecografico stretto fino alla decisione di intervenire alla 30^ settimana con un parto cesareo perche’ preoccupavano le condizioni della gemella piu’ piccola che cresceva meno.

Slide
Slide
Slide

“Sono nate una alle 12.39 e una alle 12.40 – ricorda mamma Gessica -. Hanno pianto: vuol dire che hanno respirato entrambe e stavano bene, un miracolo». Dalla sala parto alla terapia intensiva e quindi il passaggio alla sub intensiva da cui le bambine sono state dimesse a fine novembre la prima, e nei giorni scorsi, in tempo per Natale, la seconda. Quest’anno – scherza Gessica – i personaggi del presepe li impersoneremo noi arrivando non con uno, ma con due bambine, per la gioia di nonni, parenti e amici». «E’ stata un’esperienza difficile – prosegue – ma grazie alla professionalità e soprattutto alla grande umanità dei medici del Bambino Gesù e del S. Pietro Fatebenefratelli che ci hanno accompagnato ad ogni passo, riusciremo a tornare a casa con le nostre bambine ed è questo il messaggio di fiducia e speranza che vogliamo trasmettere agli altri genitori che si trovano nella nostra situazione”.

“Partecipiamo alla gioia della famiglia che è anche la gioia di tutti i medici del Bambino Gesù e del S. Pietro FBF – aggiunge il prof. Marco Bonito, Direttore Dipartimento materno infantile e Direttore UOC di Ginecologia e Ostetricia Ospedale S. Pietro Fatebenefratelli – che con dedizione ed entusiasmo mettono a disposizione sacrifici e professionalità per ottenere questi risultati. Il centro di chirurgia fetale nato dalla sinergia delle due strutture ha come unica mission: ottenere risultati che rendano felici le famiglie che improvvisamente durante la gravidanza si trovano a dover affrontare problemi che inizialmente appaiono insormontabili. Tuttavia l’esperienza, la volontà e soprattutto la collaborazione delle due strutture sono in grado di far tornare il sorriso ai genitori e di guarire o almeno di migliorare la qualità di vita dei bambini che facciamo nascere”.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,050FansLike
6,779FollowersFollow
380FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE