Scuola, Savaglio al ministro Bianchi: Manca interlocuzione tra Regione e Ufficio scolastico

Sandra Savaglio, assessore regionale all’Istruzione, ha inviato una lettera al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, in cui evidenzia la mancata interlocuzione tra la Regione e l’Ufficio scolastico regionale (Usr).

«La scuola in Calabria – esordisce Savaglio nella missiva – naviga come una nave senza timone. Questo è il momento più fervido per la scuola, quando si prepara al meglio per il nuovo anno, con le incombenze per l’organico docenti e personale Ata, e per l’ottimizzazione degli edifici scolastici e la riorganizzazione degli spazi. Proprio a proposito degli organici, ci dispiace – continua – di non aver avuto mai l’opportunità di una interlocuzione preventiva tra Usr e Regione, come previsto dalla nota del 29 aprile 2021. La mancanza di un dialogo tra l’Ufficio scolastico e i nostri dipartimenti fa venir meno la coesione del territorio e quella sociale».

«Lei – afferma Savaglio rivolta al ministro – è un testimone del lavoro trasversale su materia di scuola e welfare: sono sicura che si renda conto che è necessario intervenire tempestivamente per dare ordine e ristabilire la rotta di navigazione. Abbiamo tante cose che attendono di partire. Ad esempio – sottolinea l’assessore – il protocollo per il sistema integrato 0-6 che lei ha avuto la bontà di apprezzare personalmente, con una gradita telefonata di qualche settimana fa. Inoltre, tante altre cose importanti, come le linee generali Dsa oppure le azioni a favore delle famiglie con presenza di minori con Bes. Qui in assessorato – conclude Savaglio – siamo al lavoro ogni giorno per le ragazze e i ragazzi che, in questo momento difficile, soffrono particolarmente».