x

x

domenica, 25 Febbraio, 2024
HomeCalabriaSanità della Calabria anche nel mirino della Commissione europea per i ritardi...

Sanità della Calabria anche nel mirino della Commissione europea per i ritardi nei pagamenti della sanità

Sanità e Calabria, un binomio che è molto spesso, purtroppo, sinonimo di disservizi e lati oscuri. I nuovi guai per la nostra Regione arrivano dalla Commissione europea che ha deciso di avviare una procedura d’infrazione contro l’Italia per non aver applicato correttamente le norme della direttiva Ue destinata eliminare ritardi eccessivi nei pagamenti di beni e servizi dal parte della pubblica amministrazione. Nel mirino di Bruxelles sono finite in particolare le disposizioni che consentono alla regione Calabria di effettuare pagamenti nel settore sanitario al di là dei limiti temporali fissati dalla direttiva.

“La legge italiana costituisce una violazione della direttiva sui ritardi di pagamento in quanto proroga oltre i termini previsti dalla direttiva il termine di pagamento per i debiti delle amministrazioni pubbliche. La Commissione ha pertanto deciso di inviare all’Italia una lettera di costituzione in mora”, spiega.

Slide
Slide
Slide

La Commissione ha inoltre deciso di inviare un parere motivato all’Italia a seguito della mancata inclusione del noleggio di apparecchiature per intercettazioni telefoniche nelle indagini penali nella definizione di transazioni commerciali prevista nella normativa nazionale. Escludendo tali operazioni dall’ambito di applicazione della direttiva sui ritardi di pagamento, le imprese interessate non possono beneficiare della tutela accordata dalla direttiva. L’Italia dispone ora di 2 mesi per rispondere alle argomentazioni formulate dalla Commissione.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,099FansLike
6,651FollowersFollow
380FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE