martedì, 16 Agosto, 2022
HomeAttualitàSanità, CdM proroga lo scioglimento dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro

Sanità, CdM proroga lo scioglimento dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, non essendo ancora completata l’azione di recupero e risanamento dell’Azienda, ha deliberato la proroga dello scioglimento dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro per un periodo di sei mesi.
Alla guida dell’Asp, attualmente, si trova una commissione prefettizia composta da Luisa Latella, Salvatore Gullì e Carmelo Musolino a seguito del provvedimento di scioglimento arrivato in conseguenza dell’inchiesta ‘Quinta bolgia’ portata a termine nel settembre 2019 dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.
Il Consiglio dei Ministri, inoltre, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha deliberato di impugnare la legge della Regione Calabria n. 24 del 19/11/2020, recante “Norme per l’utilizzo dei farmaci nelle strutture pubbliche e private”, in quanto gli articoli 1 e 4, riguardanti l’obbligo di assunzione del farmacista nelle strutture sanitarie pubbliche, nonchè l’articolo 3, comma 2, riguardante i compiti del farmacista, invadono la competenza esclusiva statale in materia di ordinamento civile e si pongono in contrasto sia con i principi fondamentali della legislazione statale in materia di coordinamento della finanza pubblica e in materia di professioni, sia con il principio di eguaglianza, in violazione dell’articolo 3 e dell’articolo 117, secondo comma, lettera l), e terzo comma, della Costituzione.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,068FansLike
5,789FollowersFollow
387FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE