San Giovanni in Fiore, taglio del nastro per l’inaugurazione del “Natale esagerato”

San Giovanni in Fiore (CS) – Il taglio del nastro ieri pomeriggio affidato agli elfi della scuola Salvatore Rota del quartiere ‘Olivaro’, ha dato ufficialmente il via alla V° edizione del Natale esagerato, la festa di Natale più bella e luminosa dell’intero altopiano Silano che per tre giorni, fino a domani, domenica, 22 dicembre, terrà banco a San Giovanni in Fiore.
Palcoscenico indiscusso dell’evento, la centralissima via Roma dove, tra artisti di strada, musica dal vivo e stand gastronomici si sono ufficialmente aperte le celebrazioni del periodo più bello e magico dell’anno. Il programma della tre giorni è ricco di iniziative per soddisfare le esigenze di grandi e piccini. La casetta di Babbo Natale per le foto di rito, i Babbi Natale in Quad, la sfilata Disney di Natale, si alterneranno a concerti di musica leggera, all’esibizione delle scuole di Danza del territorio ed ai laboratori della pitta ‘mpigliata, il dolce tipico sangiovannese, a cura della scuola Alberghiera dell’Istituto “Da Vinci”. Tra i numerosi stand della tipicità, con l’esposizione della migliore enogastronomia silana tra formaggi, insaccati e vini di qualità, fanno capolino anche le casette della solidarietà, tra cui quella della Protezione Civile e Sanità di San Giovanni in Fiore, che raccoglierà indumenti e giocattoli, nuovi e /o usati ma in buono stato, dell’associazione Stella Cometa di Cosenza e della Croce Rossa.
L’appuntamento più atteso, però, rimane per i sangiovannesi la tradizionale sfilata delle Pacchiane, ornate dai gioielli esclusivi della tradizione orafa sangiovannese, a cura del maestro orafo GB Spadafora prevista per domenica 22 dicembre, alle ore 18.
“In 5 anni – afferma l’assessore alle attività produttive, Milena Lopez, che ha promosso ed organizzato l’iniziativa sin dal 2015 – il Natale esagerato ha messo radici nella comunità, diventando un appuntamento atteso e partecipato. L’iniziativa è nata certamente per festeggiare il Natale, ma anche per celebrare e valorizzare le nostre tradizioni, la sangiovannesità. Un obiettivo che riteniamo di aver centrato, andando anche oltre. Non solo i nostri concittadini rimangono in città a vivere questi giorni di festa, ma ospitiamo in questi tre giorni tanti visitatori attratti dalle luci e dai colori della festa ma anche dai nostri prodotti tipici che mostrano di apprezzare e che quindi acquistano. Un fattore importante, perchè contribuiamo a rendere attrattive le nostre attività commerciali che altrimenti verrebbero fagocitate dai due centri commerciali che ci circondano e che sono Cosenza e Crotone”.
“Questa manifestazione – sostiene il sindaco, Pino Belcastro, visibilmente soddisfatto del successo della iniziativa – rappresenta anche un momento importante di aggregazione per la comunità, tant’è che quest’anno ne l’abbiamo procrastinata per dare la possibilità di vivere questa festa anche a quanti sono via per motivi di studio e di lavoro, ma che ritornano per trascorrere in famiglia la festività. Sono assai soddisfatto per il successo che sta ottenendo il Natale esagerato e che sta andando oltre ogni più rosea aspettativa, prova ne è la presenza massiccia di partecipazione già in questa prima serata inaugurale. Sarà, pertanto, ne sono certo, una tre giorni davvero importante ed esaltante per San Giovanni in Fiore”.

(c.s.)