Regionali, Pippo Callipo a calabrianews: il mio progetto chiama a raccolta tutti, cambiare la Calabria è possibile

Proseguono le interviste e gli incontri di calabrianews in vista delle elezioni regionali del 26 gennaio prossimo. Ospite nei nostri studi, oggi, è stato Pippo Callipo candidato alla presidenza della regione dal movimento “Io resto in Calabria” e dal Partito Democratico per scelta diretta del segretario nazionale, Nicola Zingaretti.
Nel corso della conversazione con il nostro direttore responsabile, Callipo ha spiegato il senso del suo impegno e le motivazioni che lo hanno spinto ad accettare questa sfida: basta piagnistei, rimbocchiamoci le maniche, puntiamo allo sviluppo virtuso nella legalità della Calabria, cambiamo i meccanismi burocratici perversi che spesso sconfinano nell’illegalità e nel favoritismo, lavoriamo per costruire opportunità di lavoro per tutti e per i giovani in particolare.
Questi alcuni degli obiettivi che Callipo ha inteso sottolineare e che, ha precisato, vanno al di la di ogni aspetto politico e ideologico. “Non credo- ha detto- che di fronte questi argomenti ci sia una visione di sinistra o di destra”.
In riferimento ad alcune dichiarazioni di esponenti politici del “fronte” pro-Oliverio, Callipo ha detto di sentirsi tranquillo e che certe insinuazioni gli scivolano addosso. La migliore risposta, ha evidenziato, risiede nel fatto che da molti anni è in strettissimo contatto con magistratura e forze dell’ordine per via delle sue denunce contro la criminalità organizzata e, dunque, “una persona più controllata di me non c’è” ha aggiunto.
Il progetto politico-amministrativo che Callipo ha voluto, inoltre, proporre si base su concetti semplici e diretti: competenza e meritocrazia.
Particolarmente commosso, inoltre, si è mostrato allorchè ha spiegato che la spinta decisiva che lo ha definitivamente portato a candidarsi è stata una domanda che uno studente dell’istituto “Fermi” di Catanzaro gli ha posto durante un incontro pubblico.
Riferendosi alla grave emergenza occupazionale dei calabresi e dei giovani in particolare, lo studente ha chiesto “Le non si sente responsabile di questa situazione?”. Una domanda che anche ad un imprenditore di successo, che guida un gruppo che rappresenta un’eccellenza internazionale, ha smosso la coscienza e la volontà di poter dare un contributo concreto e fattivo per invertire la rotta.
Dalla commozione evidente e incontrollabile si intuisce che l’impegno di Pippo Callipo non è solo politico ma è anche e, forse, soprattutto un imperativo di carattere morale nel cercare di trasferire anche all’Ente regionale quei meccamismi imprenditoriali e quella impostazione virtuosa che ha caratterizzato il successo delle sue aziende pure in una terra difficile e periferica rispetto ai mercati internazionali.
L’intervista completa sarà online sul nostro sito e sul canale youtube di calabrianews dalle 14:30 di giovedì 5 dicembre.