domenica, 27 Novembre, 2022
HomeCalabriaReggio, PCL propone un consiglio autogestito, quello eletto è "prodotto truffaldino"

Reggio, PCL propone un consiglio autogestito, quello eletto è “prodotto truffaldino”

Un consiglio comunale alternativo e autogestito, da contrapporre a quello “prodotto da elezioni truffaldine e caratterizzate da pesanti brogli”. E’ questa la proposta che il Partito Comunista dei Lavoratori ha rivolto alle forze della sinistra di opposizione nella città dello Stretto. Un’altra dura presa di posizione, dopo quella principale portata avanti da mesi dal movimento “Reggio non si broglia” per chiedere nuove elezioni e l’annullamento dell’attuale esito elettorale che ha consentito la riconferma a sindaco di Giuseppe Falcomatà e, secondo la linea di queste proteste, sarebbero state viziate dalle irregolarità ai seggi e dunque illegittime.

Adesso dunque anche il PCL disconosce ufficialmente il consiglio comunale in carica e vorrebbe formarne uno libero e autogestito. Se ne parlerà martedì 11 maggio in una conferenza stampa con inizio alle ore 10.30 presso la sede di via Nazionale 18 Archi, organizzata nel rispetto delle norme anticovid dalla sezione di Reggio Calabria del Partito Comunista dei Lavoratori. La conferenza presenterà la manifestazione nazionale unitaria (programmata per il 22 maggio a Roma) sulla crisi sanitaria ed economica per dare a tutto il mondo del lavoro e degli oppressi un segnale chiaro: quello dell’opposizione anticapitalistica al governo Draghi.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,258FansLike
6,013FollowersFollow
392FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE