Reggio, l’Asp si impegna: la protesta delle mamme di autistici arriverà davanti a Longo

- Advertisement -
Slider

Sono finalmente riuscite a parlare oggi con il commissario straordinario dell’Asp di Reggio, Gianluigi Scaffidi, le mamme dell’associazione “Il volo delle farfalle Evoluzione Autismo” ma quello che hanno appreso non è confortante. Dopo proteste e un lungo sit in davanti alla sede di via Diana, le madri di bambini con autismo capeggiate da Angela Villani, vicepresidente dell’associazione, hanno ottenuto di essere ricevute da Scaffidi per rappresentare le loro istanze, legate al diritto negato di ottenere i rimborsi delle prestazioni sanitarie effettuate negli ultimi anni, che nel periodo di pandemia hanno avuto costi ancora più elevati del solito (anche a fronte di ritardi e disservizi). Purtroppo però le risposte ricevute dal commissario sono state una doccia fredda per l’associazione che riunisce 14 famiglie: pare infatti che i trattamenti possono essere rimborsati dall’Asp solo se erogati da strutture o privati accreditati. Ma a Reggio non ce ne sono e i costi iniziano ad essere difficili da sostenere per queste famiglie, con il rischio, dopo anni, di non potersele più permettere. Scaffidi si è però mostrato disponibile al confronto e intenzionato a portare la questione davanti al collega Guido Longo. La lotta delle mamme di autistici continuerà, dunque ma adesso c’è un obiettivo preciso che è pure un impegno da parte dell’Asp, quello di un bando per l’assunzione di personale specializzato- La presenza di queste professionalità consentirà alle famiglie di ottenere un sostegno alle spese, e per le cifre già pagate si proverà a trovare una soluzione insieme a Longo. Nel frattempo Angela Villani e gli altri genitori continuano a manifestare per ricordare che i loro figli esistono e non vogliono più essere lasciati soli.