domenica, 4 Dicembre, 2022
HomeAttualitàReggio Calabria, per Carnevale i neonati prematuri al GOM diventano piccoli supereroi

Reggio Calabria, per Carnevale i neonati prematuri al GOM diventano piccoli supereroi

Reggio Calabria – Per Carnevale, il Reparto di Neonatologia del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria si è simpaticamente popolato di Superman, Wonder Woman ed altri coraggiosi personaggi, così come apine, coccinelle ed altri vivaci animaletti, in un tripudio di colori tra le culle e di sorrisi sui volti di genitori e personale sanitario.
Come riferisce lo stesso ospedale, i piccolissimi ricoverati sono stati vestiti con dei costumini carnevaleschi, cuciti a mano in uno speciale feltro che impedisce infezioni ed irritazioni, appositamente realizzati gratuitamente dalla stilista Silvia Renon, già protagonista di una precedente analoga iniziativa per le bimbe e i bimbi prematuri dell’Ospedale Niguarda di Milano.
Dunque, dopo il progetto all’ombra della Madunina, il bis in riva allo Stretto, grazie al garante metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza Emanuele Mattia, che, dopo esser venuto a conoscenza di quanto realizzato all’interno del nosocomio milanese, ha contattato la Renon, con la quale ha instaurato uno stretto rapporto che ha reso possibile tutto ciò.
“La vita è un diritto fondamentale che va sempre salvaguardato attraverso la garanzia di un sistema di socio-sanitario che metta al primo posto bimbe e bimbi sin dalla loro nascita. E noi lo ribadiamo pure in questa occasione – aggiunge Emanuele Mattia- vestendo i nostri piccoli come dei supereroi, perché sono super con la loro forza di combattere per la vita, e da animaletti, perché la natura è vita. Una forza che verrà ricordata dagli stessi quando saranno cresciuti, perché i costumini verranno regalati alle rispettive famiglie”.
Soddisfatta la stessa dottoressa Mondello, direttore ff del reparto: “Grazie di cuore, a nome mio e di tutto il personale dell’Uoc, al garante Mattia, che ancora una volta mostra grande attenzione e sensibilità verso i piccoli pazienti venuti al mondo troppo presto o con patologia ricoverati nel mio reparto. Il Carnevale è un momento di festa e riuscire a trasmetterlo anche ai nostri piccoli pazienti ed ai loro genitori, provati dalle preoccupazioni per la salute e le sofferenze dei propri figli, denota grande sensibilità d’animo. Una sensibilità d’animo che tutti noi conosciamo bene non essendo la prima volta che il Garante Mattia è vicino al reparto di Neonatologia ed ai bisogni dei piccoli pazienti ricoverati”.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,258FansLike
6,045FollowersFollow
391FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE