Reggio, bilancio positivo dell’Atam sul trasporto scolastico

- Advertisement -

«Indietro non si torna. D’ora in avanti si potrà soltanto continuare a migliorare». L’arrivo di tre nuovi scuolabus, acquistati dal Comune grazie al Cofinanziamento della Città Metropolitana, è salutato con «estrema soddisfazione» dall’Amministratore unico di Atam, Francesco Perrelli, e dal consigliere metropolitano delegato ai Trasporti, Carmelo Versace. Sono loro, infatti, a fare il punto della situazione dopo l’innesto di ulteriori mezzi messi a disposizione degli studenti reggini. «In appena due anni – spiegano – sono stati sostituiti ben 13 scuolabus dei 17 in dotazione ad Atam. Un parco macchine “dedicato” rinnovato per il 77% che lascia presagire a possibili successive ed importanti novità. L’obiettivo – affermano – è quello di arrivare ad innalzare la percentuale così da poter coprire, in maniera ancora più massiccia, un servizio che attualmente può, comunque, considerarsi una vera e propria eccellenza». Con i nuovi mezzi, dunque, si valorizza il trasporto in periferia con la tratta “casa-scuola-casa” ammodernata su Ortì, Pellaro, Catona, Arghillà ma, più in generale, in gran parte dell’intero territorio. «Grazie all’intervento della Città Metropolitana e del Comune – aggiunge Perrelli – abbiamo riqualificato una flotta che andava, via via, sempre più deteriorandosi. In questo modo, Atam ha potuto compiere un grande passo in avanti e le prospettive di crescita sono molto interessanti. Se, adesso, siamo in grado di rispondere alle esigenze di numerose famiglie, in futuro, con altri ed altrettanto importanti investimenti, saremo in grado di ampliare il nostro raggio d’azione aumentando i posti da mettere a disposizione degli utenti».

Per Carmelo Versace, quindi, l’ultimo investimento «richiama, giustappunto, lo spirito che ha portato la Città Metropolitana a programmare prima ed a finalizzare poi il proprio ingresso nella compagine societaria dell’Azienda dei trasporti cittadina»

«Sin da subito – spiega – la nostra strategia è stata chiara ed improntata verso l’unica direzione possibile: ampliare la governance dei trasporti locali per una crescita costante, duratura e complessiva dei servizi integrati sull’intero comprensorio reggino. La dotazione di tre nuovi scuolabus per la città di Reggio Calabria, dunque, non è altro che il naturale prosieguo di un’attività rivolta ad offrire un trasporto di alta qualità». Anche per questo, secondo il consigliere metropolitano, «la sinergia ed il gioco di squadra si confermano una componente determinante per compiere le scelte più adeguate alle esigenze del territorio».

«Il lavoro messo in campo dal Comune e da Palazzo Alvaro – ha concluso Versace – grazie al sindaco Giuseppe Falcomatà e all’assessore all’Istruzione Rosanna Scopelliti, testimonia la bontà di politiche condivise che hanno il solo intento di aiutare i cittadini, promuovere servizi di spessore e rilanciare un sistema di mobilità locale con standard di sicurezza innovativi e comfort adeguati alle necessità dei lavoratori e degli studenti».