Processo “Rinascita Scott”: i collaboratori di giustizia arrivano dalle ‘ndrine Vibonesi

- Advertisement -
Slider

Roma – Riprende oggi nell’aula bunker del carcere di Rebibbia a Roma l’udienza preliminare del processo “Rinascita Sott”, scaturito dalla più grande operazione antimafia mai portata a termine in Calabria.
E riprende con la notizia, ancora non confermata ufficialmente in udienza, che altre due persone hanno deciso di collaborare con la giustizia e svelare altri importanti scenari. Si tratterebbe di due esponenti delle ‘ndrine vibonesi.
Secondo quanto si apprende i due avrebbero entrambi revocato il mandato ai loro legali di fiducia e si sarebbero collegati in conferenza audio-video da un sito riservato.
Le dichiarazioni e i contenuti della collaborazione farebbero parte di una corposa documentazione agli atti il cui deposito è stato annunciato dal procuratore capo della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Nicola Gratteri nel corso dell’udienza di sabato scorso.