venerdì, 30 Settembre, 2022
HomeCronacaPercepivano buoni spesa senza averne diritto, 13 denunce nel basso Jonio Reggino

Percepivano buoni spesa senza averne diritto, 13 denunce nel basso Jonio Reggino

Reggio Calabria – Tredici “furbetti” dei “buoni spesa Covid-19” sono stati individuati e denunciati dalla Guardia di Finanza nei comuni di Condofuri e San Lorenzo, in provincia di Reggio Calabria.

I militari del comando provinciale di Reggio Calabria, infatti, hanno avviato dei controlli sui percettori dei buoni spesa legati alla crisi pandemica, erogati dai Comuni della provincia e destinati alle famiglie in evidente stato di bisogno e maggiormente colpite dagli effetti economici derivanti dall’emergenza in atto. Già nel novembre scorso le attività ispettive avevano smascherato 91 nuclei familiari del Comune di Africo che avevano ottenuto indebitamente il beneficio.
I controlli sono proseguiti nei confronti di circa 100 nuclei familiari residenti, stavolta, nei comuni grecanici di Condofuri e San Lorenzo che, sulla base delle autocertificazioni presentate dai richiedenti, hanno elargito complessivamente 70.265,73 euro. In 13 casi è emerso che i beneficiari non ne avevano diritto perché a seconda dei casi uno o più componenti dei nuclei familiari avevano ricevuto lo stipendio, anche per cospicui importi, a fronte di rapporti d’impiego regolari, percepito il Reddito di Cittadinanza, indennità di disoccupazione o altre prestazioni sociali agevolate (non compatibili con il beneficio richiesto e percepito) oppure alterato il proprio stato di famiglia indicando soggetti fittizi o non residenti per incrementare la somma da percepire.

Slide
Slide

Pertanto agli illeciti percettori del beneficio sono state irrogate sanzioni amministrative e i trasgressori sono stati segnalati agli enti comunali per il recupero delle somme.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,272FansLike
5,969FollowersFollow
388FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE