giovedì, 9 Dicembre, 2021
HomeAttualità'Ndrangheta: sindacati, prosciugate risorse sanità reggina

‘Ndrangheta: sindacati, prosciugate risorse sanità reggina

Reggio Calabria – Le segreterie territoriali di Gioia Tauro e quelle provinciali di Cgil, Cisl e Uil commentano l’operazione “Chirone”, che ha portato all’emissione di 14 misure cautelari da parte della Procura di reggio calabria per presunte infiltrazioni della ‘ndrangheta nella gestione dell’Asp reggina.
I sindacati affermano che “dopo anni di denuncia e di battaglie” da parte delle organizzazioni sindacali, “inizia a venire a galla, il marciume di un sistema di incrostamento che ha prosciugato risorse ed efficienza alla rete territoriale della sanità reggina.
Le indagini che hanno documentato i condizionamenti mafiosi delle cosche della Piana di Gioia Tauro, nell’Asp di Reggio Calabria, hanno scoperchiato – scrivono Cgil, Cisl e Uil – l’evidenza di quanto fosse alterato il funzionamento dell’ente, compromettendo il sistema gestionale dei distretti sanitari.
Come sempre, siamo al fianco della magistratura reggina, alla quale chiediamo con convinzione, di continuare nell’azione di bonifica di un comparto, devastato da anni da inadeguatezza e zone d’ombra.
Solo così i servizi essenziali legati alla salute della nostra comunità – si legge infine – potranno tornare ad avere una dignità costituzionale, fino ad oggi negata e calpestata indegnamente”.

SEGUICI SUI SOCIAL

140,560FansLike
5,382FollowersFollow
328FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE