mercoledì, 10 Agosto, 2022
HomeCatanzaro'Ndrangheta, Pm in Corte d'Assise: c'è nuovo collaboratore di giustizia nel Vibonese

‘Ndrangheta, Pm in Corte d’Assise: c’è nuovo collaboratore di giustizia nel Vibonese

Vibo Valentia – C’è un nuovo collaboratore di giustizia nel Vibonese. Si tratta di Walter Loielo, 23 anni, di Gerocarne, paese delle Preserre vibonesi. La circostanza è emersa oggi nel corso del processo in Corte d’Assise a Catanzaro nei confronti dei presunti responsabili dell’autobomba di Limbadi costata la vita nell’aprile 2018 al biologo Matteo Vinci.
Il pm della Direzione distrettuale di Catanzaro, Andrea Mancuso, ha annunciato che per la prossima udienza – 27 aprile – ha chiamato a testimoniare Walter Loielo, nuovo collaboratore di giustizia. L’ipotesi degli inquirenti è che l’esplosivo usato per confezionare l’autobomba di Limbadi provenga proprio dalla Preserre vibonesi. Walter Loielo è attualmente indagato per la soppressione del cadavere del padre Antonino Loielo, sparito per lupara bianca nel 2017 ed il cui corpo è stato ritrovato nei boschi di Ariola di Gerocarne solo nel novembre scorso.
Insieme a Walter Loielo per tale vicenda legata alla scomparsa del padre è indagato per omicidio dalla Procura di Vibo Valentia anche Ivan Loielo, fratello di Walter. Il nuovo collaboratore di giustizia proviene da una famiglia da tempo al centro di una guerra di mafia con il contrapposto clan degli Emanuele. Uno scontro che ha causato diversi morti e feriti in maggioranza rimasti ad oggi impuniti.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,039FansLike
5,777FollowersFollow
387FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE