L’esposizione di Lady Be all’Ex M.A.M.: anche l’arte contro le mafie nella 5 giorni di Cosenza

Cosenza – Da Martedì 3 a Sabato 7 Dicembre l’artista visuale Lady Be, che da 10 anni crea arte sostenibile con plastica riciclata, esporrà le sue opere in una Mostra Personale al Palazzo delle Esposizioni (Ex M.AM.) di Cosenza, ospite dell’importante evento annuale “5 Giorni di Musica Contro le Mafie”, la manifestazione è ideata e curata da Gennaro De Rosa, presidente dell’associazione Musica contro le mafie della rete di Libera (che vanta tra gli storici partner anche Legambiente).
L’artista internazionale Lady Be, con la sua partecipazione all’evento, conclude in bellezza l’anno che ha celebrato i suoi 10 anni di carriera artistica, nei quali Lady Be ha realizzato circa 200 opere e realizzato esposizioni in tutto il mondo (New York, Parigi, Amsterdam, Lisbona, Londra, Barcellona, Berlino, La Valletta – Malta, Düsseldorf, Bruxelles).
È infatti nel 2009 che Lady Be, al secolo Letizia Lanzarotti, ha incollato il suo primo “tassello” di plastica sulla sua prima opera, il ritratto Pop di Marilyn Monroe, cominciando così una carriera rivolta non solo all’arte ma anche a uno dei principali argomenti di attualità: la salvaguardia del pianeta.
Ecco perché anche la storica manifestazione musicale contro le Mafie, sceglie le opere di Lady Be per lanciare un messaggio ai più giovani. Dice il presidente Gennaro De Rosa “è forte il legame tra la nostra mission e la sua arte. La collaborazione storica con Legambiente ci porta ad avere una attenzione importante a tematiche come quelle delle ecomafie, dell’economia circolare e in particolar modo quella del Riciclo creativo. Le opere di Lady Be racchiudono il nostro impegno con la musica e il nostro impegno contro le mafie sia nella denuncia, ovvero nel riutilizzo di materiale, sia nella proposta, con la nobilitazione di materiali di scarto”.
Tappi, bottoni, penne, bigiotteria, cancelleria, bambole, giocattoli vecchi e rotti, trovati sulle spiagge e nei mercatini dell’usato, diventano quindi la materia prima delle composizioni di Lady Be, in un mondo in cui il principale argomento è proprio l’invasione della plastica e come possiamo salvaguardare noi e il mondo dalle gravissime conseguenze ambientali di questo spreco.
Dopo l’esposizione a Roma, allo storico Concertone del 1 Maggio, alla più importante Fiera delle Plastica in Germania, al quarantesimo Convegno di Legambiente a Napoli, all’Università di Pavia e al Terminal 1 dell’Aeroporto di Milano Malpensa (ancora in corso), Lady Be espone con orgoglio le sue opere nell’importante Manifestazione Contro le Mafie, continuando il suo progetto intrapreso nel 2019 dello “sdoganamento” di luoghi non appositamente nati per le esposizione artistiche, ma adibiti per l’occasione a luoghi espositivi per ospitare le sue opere eco-sostenibili, al fine di rendere il suo messaggio più diretto e accessibile alle persone.
Lady Be collabora con Legambiente e ha collaborato recentemente con Disney, creando le sue opere che ritraggono alcuni personaggi di Toy Story 4 per la promozione del film del 2019.
Per l’esposizione nell’evento della 5 giorni, non poteva naturalmente mancare un’opera a tema di Lady Be che rende omaggio alla legalità: il ritratto di Falcone e Borsellino.
Tra i grandi ospiti della manifestazione, sarà presente Fiammetta Borsellino, figlia del Magistrato Paolo, inoltre molti cantanti e cantautori italiani: il cantautore Giorgio Poi, Willie Peyote, Motta, The Zen Circus, La Rappresentante di Lista, Mirkoeilcane, Maria Antonietta, Giorgio Poi e Margherita Vicario. Don Luigi Ciotti, Nello Scavo, Gaetano Pecoraro, Francesco Vitale, Tina Montinaro, Marcella Stagno, Manuela Iatì, Doc Servizi, Federico Dragogna de “I Ministri”.
La conduzione della serata finale è a cura di Filippo Roma (Le Iene). Ospiti gli attori Max Mazzotta e Corrado Fortuna, in giuria Roy Paci, Serena Brancale e Picciotto. La grafica ufficiale di Mvsm è realizzata dal fumettista e illustratore Lelio Bonaccorso.

(c.s.)