Lamezia, concluso al Liceo scientifico ‘Galilei’ ciclo incontri con genitori prime classi

liceo Galilei

Lamezia Terme – Si è concluso il ciclo di incontri tenuto con i genitori delle prime classi del Liceo “Galileo Galilei” di Lamezia Terme, fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Teresa Goffredo per fornire tutte le informazioni necessarie a rassicurare le famiglie e offrire loro un sereno inizio di anno scolastico.

Durante gli incontri, che sono stati suddivisi per classi, nel pieno rispetto delle regole anti Covid, la Dirigente ha illustrato l’offerta formativa del Liceo basata non solo sull’apprendimento dei saperi e sullo sviluppo delle competenze afferenti alla tipologia di scuola scelta ma anche sull’ottenimento di certificazioni importanti come quelle linguistiche ed informatiche, divenute ormai indispensabili sia per il percorso universitario (alcuni Atenei richiedono la certificazione linguistica per l’accesso ai test) sia per il curriculum personale. A tal proposito iI Liceo Galilei ha provveduto ad attivare i corsi formativi di lingue, aperti anche all’esterno, con un costo a carico delle famiglie molto ridotto, e con esami finali in sede tenuti dagli Enti certificatori competenti. Per la certificazione informatica ICDL, la scuola ha ottenuto l’accreditamento come ente certificatore per cui, anche in questo caso, corsi ed esami, aperti anche all’esterno, saranno tenuti in sede da personale qualificato. All’interno del percorso scolastico, in orario extracurriculare, ai ragazzi verranno offerte numerose altre opportunità per arricchire il loro bagaglio di competenze e abilità in molti altri settori che concorrono alla formazione globale della persona. La scuola, infatti, metterà in campo una serie di progettualità composta da 21 tematiche che tengono conto di tutti gli argomenti che oggi interessano la nostra società come la legalità, la sostenibilità ambientale, la tutela del patrimonio artistico, culturale ed ambientale, lo sviluppo delle tecnologie, lo sport.

In ambito sportivo, la Dirigente Goffredo ha messo in evidenza come in questi ultimi mesi si stiano portando avanti una serie di iniziative che hanno conentito l’acquisto di nuovi materiali per la pratica delle Scienze motorie e di nuove attrezzature per il divertimento dei ragazzi, quali Calcio Balilla e Carambola. In merito a quest’ultima la Dirigente ha informato i genitori che la Scuola entrerà a far parte della Federazione Italiana Biliardo Sportivo la quale ha attivato un interessante progetto per le scuole superiori. L’obiettivo di quest’ultimo è quello di proporre il gioco del biliardo come strumento didattico al fine di far conoscere ai ragazzi il lato divertente, interessante ed utile delle materie scientifiche, cioè quello applicativo, fornendo loro uno scopo per lo studio di queste discipline che a volte restano piuttosto aride. Parlare di gioco, il biliardo sportivo, significa parlare di problemi e situazioni non standard; è quindi spontaneo legare questo concetto a quello del “problem solving”. Di fronte ad un problema, non è tanto importante dare solo delle formule o schemi risolutivi, quanto insegnare un metodo che permetta un approccio cosciente ed efficace al quesito e dia la possibilità di analisi e valutazione dell’eventuale errore compiuto.
Il gioco impostato in modo scientifico, utilizzando le componenti essenziali della matematica, della geometria e della fisica, rende più facile la comprensione del legame esistente tra scienza e realtà e lo studente diventa protagonista in quanto inventore o scopritore della soluzione e non più un soggetto passivo, apportando influenze positive sulla sua attenzione, sulla qualità dell’apprendimento e sulla sua motivazione. D’altronde non si fa altro che applicare il metodo scientifico tramandatoci da Galileo Galilei: osservare i fenomeni attraverso la sperimentazione, raccogliere le informazioni, estrapolare le regole di base.
I genitori sono stati informati sulla futura dotazione di un campo di Paddle, sport che sta suscitando notevole interesse tra i giovani, usufruibile già dall’inizio dell’anno scolastico e che, emergenza Covid permettendo, sarà utilizzato anche in orario pomeridiano.
La conversazione con i genitori si è poi incentrata sul secondo punto di interesse maggiore da parte delle famiglie, sull’organizzazione scolastica in questo particolare momento storico di “incertezza” pandemica. Le stesse sono state messe al corrente di tutte le misure messe in campo per la protezione e la sicurezza dei propri figli, alle quali misure, la Dirigente, il suo staff e il personale ATA, hanno lavorato durante i mesi estivi. Dalla distribuzione delle aule allo svolgimento della ricreazione, tutto è stato studiato nei minimi particolari, affinchè venga rispettato quanto previsto dal Piano Scuola 2021/2022 emanato dal Ministero per l’Istruzione, consultabile sul sito della scuola, nella sezione AVVIO ANNO SCOLASTICO.
La Dirigente ha tenuto a sottolineare che gli UNICI canali di comunicazione ufficiale tra scuola e famiglia sono il sito web e il Registro elettronico; a quest’ultimo sarà possibile accedere attraverso le credenziali personali che verranno fornite ad inizio anno scolastico (diverse per genitori ed alunni) con le quali si potrà, in tempo reale, venire a conoscenza di tutto quello che interessa le attività scolastiche e l’andamento didattico-disciplinare dei propri figli. Sarà possibile, anche attraverso il Registro Elettronico, fissare, in determinati periodi che verranno in seguito comunicati, incontri con i Docenti per ripristinare questo importante momento di confronto e di collaborazione, purtroppo sospeso a causa dell’emergenza Covid.
Sul sito sarà possibile vedere la distribuzione planimetrica di tutte le aule, degli spazi destinati alla ricreazione, distinti per classi ed orario, degli ingressi principali della scuola destinati alle varie classi, della distribuzione e assegnazione degli spazi comuni.A fine incontro, la Dirigente, nell’augurare un buon anno scolastico, ha sottolineato l’importanza della collaborazione con le famiglie nel far rispettare il Regolamento di Istituto (consultabile sul sito) e il Patto di Corresponsabilità, al fine di offrire ai ragazzi un sereno e proficuo ambiente di studio che diventerà parte consistente e importantissima della vita di ogni studente.