La Gigafactory per produrre batterie per auto elettriche non si farà in Calabria e Campania

Italvolt
- Advertisement -
Slider

Italvolt ha scelto il Piemonte quale sede della sua nuova fabbrica di batterie per auto elettriche, annunciata ufficialmente qualche giorno fa. L’impianto sorgerà nell’area della ex Olivetti di Scarmagno, un sito storico di proprietà del Fondo Monteverdi gestito da Prelios SGR. Oggi è una vasta area industriale dismessa che si estende per circa 1 milione di metri quadrati.
Olivetti aveva scelto Scarmagno per le sue caratteristiche tecniche e per la sua collocazione geografica, in particolare per la presenza di collegamenti stradali, autostradali e ferroviari, sia con Ivrea che con la città di Torino. “Un nuovo insediamento che conferma l’attrattività del nostro territorio ma anche che gli investimenti su elettrico e green economy sono una realtà sempre più concreta” ha scritto su Twitter la Sindaca di Torino, Chiara Appendino.

- Advertisement -

Al momento dell’annuncio, Italvolt non aveva rivelato il luogo dove la fabbrica sarebbe stata costruita e alcune voci avevano indicato tre possibili alternative: Campania, Calabria o Piemonte.

Italvolt, che è guidata dall’imprenditore svedese Lars Carlstrom, prevede di investire 4 miliardi di euro nel progetto, che darà all’Italia una Gigafactory per la produzione di batterie agli ioni di litio e che incentiverà la transizione ecologica già in corso in molte parti del mondo. Il sito darà lavoro a 4.000 persone, mentre nel complesso verranno creati 10.000 nuovi posti di lavoro.

(fonte: auto.hwupgrade.it)