Infrastrutture, Giovannini: collegamento stabile su Stretto non rientra nel Recovery Plan

Ponte Stretto-Ministro
- Advertisement -
Slider

Per il ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità, Enrico Giovannini “il collegamento stabile sullo Stretto non rientra nel Recovery Plan”.

“Stiamo procedendo a una rilettura e, in parte, a una riscrittura del Recovery Plan – afferma Giovannini durante un’intervista a ‘War Room’ di Enrico Cisnetto -. Il 58% dei fondi destinati alle infrastrutture sarà destinato al Sud. Va sottolineato che nel Piano devono essere inseriti progetti definitivi e che le opere devono essere completate e rese fruibili dai cittadini entro il 2026. Il progetto del collegamento stabile nello Stretto è fuori perché non ci sarebbe stato modo di metterlo in esercizio entro il 2026. La Commissione istituita dall’ex ministra De Micheli sta completando il suo lavoro, io stesso ho chiesto delle integrazioni e una volta che il rapporto sarà definito, ci sarà un dibattito pubblico”.

Poi, Giovannini raccomanda un approccio sereno sull’argomento: “C’è bisogno di prendere visione del rapporto della Commissione prima di dibattere sui pro e i contro delle soluzioni. Ho chiesto una serie di approfondimenti, da parte mia nessun approccio ideologico, io guardo ai dati, il rapporto andrà letto nella sua interezza”.