giovedì, 29 Settembre, 2022
HomeCalabria"In Calabria l’occupazione delle terapie intensive è salita al 10%"

“In Calabria l’occupazione delle terapie intensive è salita al 10%”

L’Agenas, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, stilando la classifica dei tassi di occupazione da parte di pazienti Covid in terapia intensiva, in data 19 luglio, ha rilevato una soglia di criticità per la Calabria con un’occupazione salita al 10%.

Sono invece 15 le regioni/province autonome che superano la soglia del 15% per il tasso di occupazione dei reparti ordinari: Abruzzo (21%, +1 punto percentuale rispetto alla precedente rilevazione), Basilicata (29%, +3), Calabria (34%, stabile), Campania (19%, stabile), Emilia Romagna (19%, +1), Friuli Venezia Giulia (23%, stabile), Lazio (16%, stabile), Liguria (26%, +1), Marche (21%, +1), Bolzano (21%, +1), Trento (19%, +1), Puglia (18%, -1), Sicilia (28%, stabile), Umbria (43%, stabile), Valle d’Aosta (33%, +1). Sulla soglia del 15%, ma stabili, Lombardia e Toscana.

Slide
Slide

Secondo i dati comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione Calabria solo nella giornata di ieri sono cresciuti i ricoveri da Covid in Calabria dove, nelle ultime 24 ore, si sono registrate 4.205 contagi. Il tasso di positività è al 30,44%, in calo rispetto al 18 luglio quando era del 33,51%. In ospedale – nel saldo tra ingressi ed uscite – crescono di 3 i ricoveri sia in area medica (328) che in terapia intensiva (18). I casi attivi sono 69.810 (+1.825), gli isolati a domicilio 69.464 (+1.819) ed i nuovi guariti 2.373.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,268FansLike
5,951FollowersFollow
388FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE