La “previsione” di Nicola Gratteri che fa tremare la masso-mafia calabrese

- Advertisement -
Slider

“Le esigenze cautelari sono cose ben diverse rispetto ai capi d’imputazione”. Lo ha detto Nicola Gratteri nel corso del programma ‘diMartedì’ in onda in prima serata su La7, rispondendo alla domanda sulla maxi-operazione “Rinascita Scott” rivoltagli dal direttore de “Il Giornale” Alessandro Sallusti circa la scarcerazione di alcuni imputati nel procedimento in corso.
Aspettiamo che si svolga il processo- ha aggiunto Gratteri – “aspettiamo la primavera-estate 2021 per avere la verità” anche se- ha proseguito sorridendo- “ci potrebbero essere anche delle altre sorprese”.
Disguisendo di politica Gratteri ha dichiarato che “I leader devono fare la vita dei monaci buddisti. Fino a quando fanno politica non possono vivere come gli altri- ha aggiunto -, quando mangiano devono stare attenti a non fare molliche. E quindi non diamo alibi a nessuno. In questo modo se il politico fa solo politica, anche il magistrato più politicizzato del mondo non troverà nessun tipo di reato”.

- Advertisement -