mercoledì, 19 Gennaio, 2022
HomeCatanzaroGli studenti dell'IIS 'Petrucci-Ferraris-Maresca' di Catanzaro incontrano la Storia

Gli studenti dell’IIS ‘Petrucci-Ferraris-Maresca’ di Catanzaro incontrano la Storia

La IB dell’Istituto, coordinata dalla professoressa di Lettere Francesca Amato, in occasione del giorno dedicato alla memoria del Milite Ignoto ha dato vita a un progetto di ricerca e di studio sulla Grande Guerra, utilizzando lettere e foto fornite loro direttamente da alcuni abitanti dell’ Altopiano di Asiago, uno splendido plateau della montagna veneta dove, per ben 41 mesi, le truppe italiane e quelle austrougariche si affrontarono in battaglie che costarono la vita a decine di migliaia di soldati civili.

Slide
02
Slide

L’idea è nata nel corso di un incontro, svoltasi qualche mese fa, in Altopiano, tra la professoressa Amato e suo marito, entrambi docenti dell’Istituto Ferraris e Paolo, Nadia e Fabio Cogo, famiglia molto conosciuta ad Asiago, in quanto appassionati di rievocazioni storiche e di storia locale. La serata ha portato la docente a intraprendere un percorso didattico con gli studenti catanzaresi, finalizzato a diffondere nei giovani la passione per lo studio del
passato, per poter, di conseguenza, accrescere in loro la consapevolezza e la conoscenza di una delle pagine più importanti della nostra Storia. Il progetto è stato scrupolosamente supportato dalla Dirigente Scolastica, dott.ssa Elisabetta Zaccone, sempre attenta a una didattica innovativa. Il lavoro si è svolto attraverso la ricerca e lo studio delle fonti storiche, tramite l’utilizzo di lettere dello stesso Fabio Cogo, cariche di dettagli e di vita, analizzate e
commentate dagli studenti con curiosità e passione, visto il loro contenuto valoriale ed emotivo e di foto, raffiguranti i monti Pasubio, Zebio e Ortigara.

Resta un sogno nel cuore della professoressa Amato, condiviso con i suoi studenti e con la famiglia Cogo, riuscire a organizzare una gita scolastica nei Sette Comuni, esperienza che permetterebbe ai ragazzi di conoscere direttamente quei luoghi in cui gli italiani innalzarono i forti Corbin, Campelongo, Verena e Lisser, testimoni preziosi della Grande Guerra.

(c.s.)

SEGUICI SUI SOCIAL

140,664FansLike
5,395FollowersFollow
342FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE