Gioia Tauro, donna minaccia il suicidio: Intervento carabinieri scongiura il peggio

Nella serata di giovedì i carabinieri della stazione di Gioia Tauro hanno salvato una 62enne intenzionata a togliersi la vita. La signora, già nota ai militari dell’Arma per analoghe vicende, dopo essere uscita di casa per gettare l’immondizia, si è volontariamente allontanata dalla propria abitazione palesando l’intenzione, con un sms inoltrato al figlio, di uccidersi.
Immediate ed incessanti sono state le ricerche, condotte anche con il supporto di sistemi telematici, per il centro urbano di Gioia Tauro e nella zona del lungomare, al termine delle quali Carabinieri ha rintracciato la donna, in forte stato confusionale, lungo l’arenile della spiaggia di Gioia Tauro.
A destare l’attenzione dei militari è stata la presenza di una figura incappucciata, rispondente alla descrizione della donna, la quale era sulla battigia intenta a lanciarsi in mare. Il tentativo suicidario è stato però prontamente bloccato dai militari dell’Arma, i quali, raggiunta la donna, l’hanno afferrata dalla schiena trasportandola nella parte interna della spiaggia, dove è stata messa in sicurezza in attesa dell’intervento di personale medico.
All’arrivo dei sanitari del 118, la donna è stata visitata e sottoposta alla terapia del caso, mediante farmaci sedativi e calmanti, e quindi riaccompagnata a casa dai familiari.