Fuscaldo, un ulivo per Nicola Gratteri protetto da 16 alberi dedicati ai “Giusti della storia”-VIDEO

VIDEO -Fuscaldo (CS) – È stato inaugurato stamattina nella Scuola Primaria, plesso Marina di Fuscaldo, “Il Giardino dei Giusti”. I ragazzi delle classi quinte Primaria e della Scuola Secondaria “Luigi De Seta” hanno piantato un ulivo per Nicola Gratteri, uomo simbolo della lotta alla mafia, protetto da sedici alberi dedicati ai “Giusti della storia”.
Tra i Giusti prescelti dagli studenti: Giorgio Perlasca, Anna Politkovskaja, Gesù, Greta, Malala, Iqbal, Angelo De Fiore e Greta Thuberg. Figure queste, che in ogni tempo e in ogni luogo si sono battute e tutt’oggi si battono in difesa dei diritti umani, della dignità della persona e della legalità.
L’iniziativa, come ha ricordato la dirigente scolastica Anna Maria De Luca è nata in accoglimento della “richiesta venuta direttamente dai ragazzi. Una scelta nata spontaneamente da loro, e che io ho solo cercato di realizzare concretamente”.

Anche il ministro della pubblica istruzione, Lucia Azzolina, non ha fatto mancare il suo contributo inviando un messagio video.
“La piantumazione di un albero, un ulivo in questo caso – afferma il ministro – è sempre un gesto simbolico molto bello. Dedicarlo al procuratore Nicola Gratteri, ponendolo al centro del giardino dei giusti della vostra scuola, è ancora più significativo”.
“L’ulivo – afferma ancora nel suo video messaggio il Ministro – sarà circondato simbolicamente da altri alberi da frutto che rappresentano i giusti della storia, personaggi individuati da voi studenti. Per sceglierli avete dovuto approfondire la storia, i concetti di legalità e giustizia, studiare la cultura della cittadinanza. Sono sicura sia stato un momento di studio importante per la formazione di voi ragazzi, cittadini di oggi e di domani”.
Infine ancora su Gratteri “come avete scritto nelle vostre motivazioni, Nicola Gratteri rappresenta un esempio da seguire perché con il suo lavoro combatte la mafia, rischia tutti i giorni la vita per riportare la legalità. Dimostra di amare la Calabria e l’Italia intera. Per questa lotta, per liberarla dal malaffare, il vostro lavoro e le vostre scelte ci danno speranza e coraggio. La speranza è che questi semi di legalità possano dare molti frutti, e con il coraggio di lavorare diventino grandi alberi. È una convinzione profonda che ispira ogni giorno le attività del Ministero dell’Istruzione. Vi ringrazio e vi auguro buon lavoro”.


(Video facebook Salvatore Pighini)