Fuscaldo, in prognosi riservata due fratelli accoltellati per futili motivi. Preso l’autore

- Advertisement -
Slider

Una lite scoppiata per futili motivi, ha avuto un drammatico epilogo. Due fratelli sono stati accoltellati e, attualmente, sono ricoverati nell’ospedale di Cosenza in prognosi riservata. Per questo un 52enne è stato arrestato per tentato omicidio aggravato da futili motivi mentre un 33enne per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale dopo che avrebbe tentato di aggredire un testimone nella caserma dei carabinieri.

Nel frattempo, nel corso delle indagini, uno dei nipoti delle vittime, giunto nella caserma dei carabinieri di Fuscaldo per accompagnare la madre perché fosse sentita dagli investigatori, dopo aver compreso che era presente anche la fidanzata dello zio, da lui ritenuta all’origine dell’accoltellamento, ha tentato di aggredirla, colpendo e minacciando i carabinieri intervenuti. L’uomo è stato arrestato. I militari non hanno riportato conseguenze fisiche. L’accoltellatore è stato portato in carcere mentre il 33enne ai domiciliari.