domenica, 28 Novembre, 2021
HomeDal WebFOTO-"No" ai fascismi e alla violenza, "sì" al lavoro e alla sicurezza:...

FOTO-“No” ai fascismi e alla violenza, “sì” al lavoro e alla sicurezza: a Roma manifestazione di Cgil-Cisl e Uil

Roma – “Siamo oltre 100mila” annuncia dal palco di piazza San Giovanni il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, nel corso del suo intervento. “Il fascismo non è un’opinione ma un crimine” esordisce il leader Uil con una citazione di Sandro Pertini. “In questa piazza c’è la nuova resistenza. Cgil Cisl e Uil sono organizzazioni antifasciste e non c’è spazio né per gli squadristi né per i violenti: fuori dalle nostre sedi”, scandisce.

02
02

Molte le bandiere che coprono quasi tutta la piazza, e molti gli slogan tra cui spicca quello che dà anche il nome all’evento. “Questa piazza parla a tutto il Paese. E’ una risposta che parla da sola, che dice che tutta Italia che vuole cambiare questo Paese, che vuole chiudere con la violenza politica. Ma anche che vogliamo essere protagonisti del cambiamento economico. Tutto il governo assuma questa sfida e apra una fase di cambiamento sociale del Paese” scandisce dal palco il leader Cgil Maurizio Landini.
Una manifestazione di parte? “No, questa è una manifestazione che difende la democrazia di tutti” ha aggiunto. “L’attacco alla Cgil, l’attacco al sindacato è in realtà un attacco alla dignità del lavoro di tutto il Paese. E noi siamo qui non per difendere qualcuno ma per difendere la democrazia e per estenderla”.

“Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte: si passi ora dalla solidarietà ad azioni concrete e lo Stato dimostri la sua forza democratica nel far rispettare leggi e applicare la Costituzione” ha detto ancora Landini ribadendo la richiesta al governo.

“Chiediamo al governo che proceda immediatamente allo scioglimento di tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste. E’ un passo doveroso” dice dal palco della manifestazione unitaria il leader Cisl Luigi Sbarra. “Vogliamo incalzare imprese e governo su proposte concrete per togliere qualsiasi illusione a chi ha in mente disegni di natura eversiva per incendiare la paura: perché questo stanno cercando di fare i movimenti di chiaro stampo neofascista che hanno come loro bersaglio la democrazia”, aggiunge.
“I neofascisti e tutti gli estremismi e i professionisti del terrore e della destabilizzazione andranno a sbattere contro un muro, quello del sindacato, dei pensionati, di milioni e milioni di lavoratori che vogliono esercitare una vera funzione di rafforzamento di diritti e tutele. Troveranno in noi un muro, un muro che ci piace perché serve a unire e non a separare, perché è un muro fatto di responsabilità”, continua Sbarra, che aggiunge: “La democrazia sarà sempre più forte dei suoi nemici, ha pilastri formidabili che nessuno riuscirà a scalfire: soprattutto il lavoro che è il vero diritto di cittadinanza”.

SEGUICI SUI SOCIAL

140,482FansLike
5,379FollowersFollow
327FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE