Forestali, rettore UNIRC Zimbone: “Montagna calabrese sottovalutata”

- Advertisement -
Slider

di Nico De Luca – Inchieste nazionali, scandali locali, una superficie montana tra le più grandi d’Italia bisognosa di cure, manutenzione e valorizzazione. Eppure i forestali calabresi fanno sempre notizia in modo negativo.

Le ultime accuse quelle di fuori dal coro, trasmissione su Rete Quattro secondo cui nella zona reggina fra Africo e San Luca ci sarebbe un picco di dipendenti regionali tramite Calabria Verde contigui o addirittura in carico alle cosche di ndrangheta.

Una tesa cui ha risposto un altissimo esponente dello stato, l’ex generale dei Carabinieri Mariggiò che in una lunga replica ha specificato come alcune figure di ex detenuti abbiano in realtà le carte in regole per essere inquadrati.
Abbiamo chiesto ad un esperto di agraria, il rettore della Università Mediterranea prof. Marcello Santo Zimbone se il rapporto tra superficie montana e numero di forestali in Calabria sia proporzionato.