Finto ordigno sotto automobile assessore regionale. Stesso episodio contro candidato Pd regionali

Orsomarso

Persone non identificate hanno collocato sotto l’automobile dell’assessore regionale della Calabria Fausto Orsomarso, di Fratelli d’Italia, rieletto in Consiglio nelle elezioni del 3 e 4 ottobre un finto ordigno composto da tre batterie al litio legate con nastro adesivo.

Ad accorgersi della presenza della falsa bomba è stato lo stesso Orsomarso che ha presentato denuncia alla Questura di Cosenza, consegnando anche il finto ordigno.

A chiarire la situazione ci ha pensato lo stesso Orsomarso attraverso un post social: “Non si tratta di un ordigno esplosivo rudimentale. Ipotizzo sia un gesto compiuto da un balordo, uno scappato di casa. Non ho contezza di fatti specifici ma se qualcuno pensa di scalfirmi, al di là della legittima preoccupazione dei miei familiari, dico che ha sbagliato indirizzo e rimando tutto al mittente. Spero di non incontrare mai per strada l’autore del gesto che ha causato tanta preoccupazione alla mia famiglia, ma purtroppo sono cose che capitano in questa terra amara, non lo avevo messo in conto fino ad oggi. Nonostante tutto continuerò a pensare che la Calabria sia una terra straordinaria”- conclude Orsomarso.

Un episodio analogo si era verificato sabato scorso a Cetraro (CS), ai danni del consigliere regionale uscente del Pd Giuseppe Aieta, candidato nelle scorse elezioni regionali ma non rieletto. Anche in quel caso fu collocato sotto l’automobile di Aieta un finto ordigno.