Falsi bilanci Asp Cosenza, difesa ex commissario Scura: bocciò quello 2014 mai avuti gli altri

- Advertisement -
Slider

Cosenza – “Ha risposto a tutte le domande che gli sono state poste dal giudice e da pm. Siamo sereni, attendiamo che il giudice decida sull’applicazione o meno della misura”. Lo ha detto l’avvocato Francesco Rotundo, legale di Massimo Scura, già commissario alla sanità calabrese, all’uscita dall’interrogatorio in merito ai falsi bilanci dell’Asp di Cosenza. Gli interrogatori sono finalizzati alla decisione del gip se accogliere la richiesta della Procura di sospensione dall’esercizio di pubblico ufficio. Scura ha bocciato il bilancio del 2014 e non avrebbe mai ricevuto quelli relativi agli anni 2015 e 2016. “Questo aspetto è stato chiarito – ha aggiunto Rotundo – adesso aspettiamo”.