mercoledì, 8 Dicembre, 2021
HomeAttualitàEstensione green pass, Sebastiano Guzzi (Unilavoro pmi): "Necessario risolvere le contraddizioni di...

Estensione green pass, Sebastiano Guzzi (Unilavoro pmi): “Necessario risolvere le contraddizioni di tale provvedimento”

“Trovo una contraddizione insanabile tra la ‘moral suasion’ invocata per preservare la facoltatività del vaccino e le restrizioni con relative sanzioni imposte a chi non lo fa, tra cui la sospensione dello stipendio e dei contributi”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, intervenendo alla riunione convocata dal ministro Gelmini, con i ministri Brunetta e Speranza, per confrontarsi con Regioni ed Enti locali sul Decreto legge per l’estensione del ‘Green pass’. Dello stesso avviso chi individua nel green pass disparità e contraddizioni.

Slide
02

Alcuni sostengono che il green pass creerebbe una disparità di possibilità tra le persone che lo possiedono e coloro che ne sono privi, altri credono che andrebbero risolte le contraddizioni che ruotano intorno a questo nuovo e importantissimo provvedimento. Un argomento questo che non si sottrae all’attenzione di nessuno e che crea spaccature significative.

Sebastiano Guzzi, Vice Presidente Nazionale Unilavoro Pmi, assume una posizione intermedia e accenna riflessioni eloquenti.

Le misure adottate fin qui, seppur rigide, e quindi non condivise all’univocità, hanno consentito di tutelare la salute e la sicurezza di tutti. Ora più che mai, si rende necessario un intervento risolutivo che sia capace di estendersi a tutte le attività e a tutti gli ambiti, per consentire, sottolinea Guzzi, una ripresa efficiente.

L’impatto del covid è stato devastante. Le aziende hanno adottato tutte le strategie per riuscire a non soccombere a tutte le conseguenze che si sono susseguite nel tempo, ma i danni sono stati davvero significativi.

Secondo i risultati delle indagini su “Situazioni e prospettive delle imprese nell’emergenza sanitaria Covid-19”, a fine 2020 oltre due terzi delle imprese registrava importantissimi cali di fatturato rispetto al 2019. La crisi ha colpito soprattutto le imprese più piccole. Loro hanno pagato lo scotto più pesante.

Ora è tempo di rinascita. Bisogna far ripartire il Paese. La libertà deve essere perseguita con coscienza. Credo che il green pass sia un valido strumento di contrasto al contagio da covid-19 e che sia capace di incentivare la campagna vaccinale, ma è necessario risolvere tutte le problematiche e le situazioni che non consentono di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Una delle contraddizioni, evidenzia Guzzi, riguarda ad esempio, la disparità tra l’obbligo del green pass verde nei treni a lunga percorrenza e il non obbligo sui mezzi pubblici locali o sui treni regionali dei pendolari.

Anche per quanto riguarda il settore delle imprese, ritengo che la norma per l’estensione del green pass debba essere chiara, lineare, inequivocabile in termini di obblighi e sanzioni.

Queste, e altre contraddizioni, sono comunque, secondo Guzzi, elementi di scetticismo, che inducono le persone ad assumere atteggiamenti di riserva e di sfiducia nei confronti del green pass e di tutti quei provvedimenti che presentano sfumature e incongruenze. E’ necessario, dunque, conclude Guzzi, agire con intelligenza, trasparenza e ragionevolezza.

SEGUICI SUI SOCIAL

140,558FansLike
5,380FollowersFollow
327FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE