domenica, 5 Dicembre, 2021
HomeAttualitàEnac, al Sud un finanziamento da 30 milioni per Lamezia e Bari

Enac, al Sud un finanziamento da 30 milioni per Lamezia e Bari

Il Presidente dell’ENAC, Avvocato dello Stato Pierluigi Di Palma, e il Direttore Generale, dottor Alessio Quaranta, hanno presentato, presso la Sala Tamburro dell’Ente, il Rapporto e Bilancio Sociale ENAC sulle attività svolte nel corso del 2020 lanciando, al contempo, una visione del trasporto aereo verso una nuova idea di policy che traguarda l’Ente e il settore fino a prefigurare, nel futuro prossimo, il riconoscimento giuridico del comparto aerospaziale. Nel corso della presentazione sono intervenuti Enrico Giovannini Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Alessio Quaranta Direttore Generale ENAC, Gabriella Palmieri Sandulli Avvocato Generale dello Stato e Pierluigi Di Palma Presidente ENAC.

Slide
02

La pubblicazione di quest’anno, aperta dagli interventi dei relatori che illustrano la policy ENAC dei prossimi anni”, dedica, inoltre, un Focus alle profonde ripercussioni sul trasporto aereo in tutto il mondo causate dalla pandemia da Covid-19 e al ruolo svolto dall’ENAC nella gestione dell’emergenza. Il Rapporto contiene i principali dati di traffico e le schede del Bilancio Sociale con il dettaglio delle attività svolte nelle 8 aree tematiche di riferimento: L’Istituzione, La Safety, La Security, Gli Aeroporti, La Regolazione economica, La Regolazione dello spazio aereo, L’Ambiente, L’Attività internazionale.

Finanziamento per aeroporto di Lamezia e Bari

Un paragrafo del report è dedicato ai i finanziamenti comunitari per le infrastrutture aeroportuali nel quale si fa riferimento all’aeroporto di Lamezia Terme. “L’ENAC – si legge – nell’ambito dei propri compiti istituzionali, provvede alla gestione e all’attuazione di programmi di investimento finanziati da fondi pubblici nazionali e comunitari che contribuiscono in particolare a: potenziare le infrastrutture aeroportuali; creare i collegamenti intermodali e migliorare l’accessibilità degli aeroporti; incrementare il livello dei servizi offerti ai passeggeri, garantendo il raggiungimento degli standard internazionali, soprattutto in termini di sicurezza e di qualità; promuovere lo sviluppo e l’utilizzo efficiente e sostenibile delle infrastrutture aeroportuali”.

“In tale contesto – aggiungono – l’ENAC è attualmente impegnato nella gestione del Piano di Azione e Coesione (PAC) che, attraverso l’utilizzo di risorse economiche nazionali, sostiene la realizzazione di alcuni interventi prioritari per lo sviluppo del Paese, precedentemente inseriti nella Programmazione FESR 2007-2013. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, quale Amministrazione responsabile della gestione degli interventi finanziati dal PAC, con un atto di convenzione ha attribuito all’ENAC il ruolo di Organismo Intermedio, trasferendo direttamente ed esclusivamente all’Ente la responsabilità propria dell’Autorità di Gestione (AdG) per la gestione degli interventi aeroportuali ammessi a finanziamento, ai sensi del Reg. (CE) n. 1083/2006. In particolare l’ENAC, nell’esercizio delle funzioni dell’AdG svolge le attività connesse alle procedure di selezione, gestione, rendicontazione e monitoraggio finanziario, procedurale e fisico degli interventi ammessi a finanziamento, nonché al controllo sul corretto utilizzo delle risorse, assicurando un adeguato raccordo con l’Autorità di Gestione”.

“Il PAC assicura la copertura economica di 8 interventi, per un importo complessivo di circa 30 milioni di Euro, ripartiti tra gli aeroporti di Bari e di Lamezia Terme. Per quanto riguarda l’aeroporto di Bari si tratta di interventi di riqualifica delle pavimentazioni dei raccordi C e D e dei piazzali di sosta degli aeromobili, dell’implementazione e installazione degli impianti di Aiuti Visivi Luminosi (AVL) e l’adeguamento delle infrastrutture di volo al regolamento Runway End Safety Area (RESA) e prolungamento della pista”. “Gli interventi – spiegano – sono in corso di completamento/collaudo e si prevede la chiusura della programmazione entro il 2021. Nell’ambito dei finanziamenti pubblici previsti dal Piano Operativo del Fondo di Sviluppo e Coesione Infrastrutture (FSC) 2014-2020, le convenzioni stipulate per gli aeroporti di Cagliari, Olbia e Parma sono in corso di attuazione da parte dell’ENAC, che supporta il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’attività di monitoraggio bimestrale sull’avanzamento fisico, procedurale e finanziario dei progetti finanziati”.

“Sempre a valere sulle risorse FSC 2014-2020, è stata stipulata, nel corso dell’annualità 2020, la convenzione per il finanziamento degli interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’aeroporto di Reggio Calabria, per la gestione della quale l’Ente ha il ruolo di Beneficiario del finanziamento. L’intervento prevede una partecipazione pubblica per un importo pari a 25 milioni di euro a cui si aggiunge la quota autofinanziata dal gestore di 2,5 milioni di euro. Infine, per lo sviluppo dell’aeroporto di Abruzzo, è stata stipulata, a valere sulle risorse regionali da Delibera CIPE n. 26/2016, una convenzione di finanziamento tra la Regione Abruzzo, l’ENAC e la società di gestione SAGA SpA per la realizzazione degli interventi di allungamento della pista di volo, sistemazione accessibilità viaria e realizzazione nuovo parcheggio di scambio, adeguamento sismico aerostazione e adeguamenti normativi delle infrastrutture minori e mezzi”.

SEGUICI SUI SOCIAL

140,502FansLike
5,379FollowersFollow
327FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE