Emergenza covid, Speranza: serve massima sintonia Governo-Regioni sul dpcm

- Advertisement -
Slider

Roma – “Il Governo è al lavoro per dare vita nel più breve tempo possibile al nuovo dpcm. Sul terreno delle nuove misure serve costruire, a partire da questa riunione, la massima sintonia tra Governo e Regioni”. Lo ha dichiarato il Ministro della Salute Roberto Speranza nel suo intervento nella riunione in corso con le Regioni, da quanto si apprende. “L’idea di base è l’irrigidimento delle misure con una distinzione di base tra attività essenziali e non essenziali perché abbiamo necessità di limitare i contagi. Interveniamo adesso con più forza sulle cose non essenziali per evitare di dover incidere domani sull’essenziale che per il governo è rappresentato da lavoro e scuola. Se decidiamo come governo di chiedere a qualche comparto di cessare o limitare le proprie attività ci facciamo carico del ristoro”.

“Sulla movida potremmo fare uno sforzo in più, valutiamo se è il caso di una una stretta sugli orari serali per evitare assembramenti”.
“Orari scaglionati per le scuole e favorire il più possibile la didattica a distanza per le scuole superiori”, invece, è quanto chiesto dalle Regioni al governo durante il vertice di oggi. Alcune Regioni, come l’Umbria, hanno annunciato per le scuole superiori l’idea di introdurre “la didattica a distanza per un periodo limitato, allo scopo di consentire in 15 giorni di capire e studiare l’evoluzione della pandemia”.