Emergenza covid, Bevacqua (Pd): disastro del governo regionale è sotto gli occhi di tutti

Bevacqua
- Advertisement -
Slider

“Siamo pronti a raccogliere l’appello del segretario regionale della Cgil, Sposato, rivolto alle forze politiche. Unire le forze, sia sociali sia politiche, in un momento particolarmente difficile per la sanità e per l’economia calabrese non può che essere la strada maestra. Siamo pronti non da ora, ma da mesi: più volte abbiamo lanciato lo stesso appello in Consiglio regionale e anche attraverso interlocuzioni con le associazioni ed i movimenti attivi nella nostra regione”. Ad affermarlo è il capogruppo del Pd alla Regione, Mimmo Bevacqua.

“Lo chiediamo da tempo non solo per la fase emergenziale sanitaria, ma anche per la programmazione dei nuovi fondi europei, perché riteniamo fondamentale aprire un dibattito forte e concreto sulle scelte strategiche legate alle risorse provenienti dal Recovery Plan. Abbiamo finora trovato un muro di gomma da parte del centro destra e dell’attuale giunta regionale e non solo del suo Presidente f f.” – aggiunge Bevacqua.

“Sappiamo che la Calabria ha bisogno di unità, ma anche di una classe dirigente pronta a dimostrare autorevolezza nei confronti del governo nazionale che, proprio ieri ha siglato un importante accordo nazionale su sicurezza e vaccini nei luoghi di lavoro”. Ci sono da fare delle scelte vitali per la nostra Regione – conclude Bevacqua – ma gli Assessori regionali sono in campagna elettorale permanente e, supportati da alcuni Dipartimenti in particolare, sono quotidianamente affaccendati per tutto a elargire promesse, promuovere improbabili programmi di sviluppo e raccogliere clientele. Il disastro del governo regionale, che ha gestito, sin dal primo minuto, tutta la pandemia, è sotto gli occhi di tutti e ci consegna una Calabria alla catastrofe, ultima Regione d’Italia in tutto, sui vaccini, sul contenimento dei contagi, sulla capacità di resilienza, sulla tenuta economica e sociale”.