venerdì, 27 Gennaio, 2023
HomeCronacaDue ergastoli e 30 anni di carcere per un omicidio del 2005...

Due ergastoli e 30 anni di carcere per un omicidio del 2005 a Martirano Lombardo

LAMEZIA TERME – Due ergastoli per i presunti esecutori e 30 anni di carcere per il presunto mandante. Questo il pronunciamento del gup di Catanzaro, De Gregorio, al termine del processo celebratosi con il rito abbreviato nei confronti di due fratelli, Gino e Pino Strangis (condannati all’ergastolo) e di Vincenzo Arcieri (condannato a 30 anni).

Pantano fu ucciso a luglio del 2005, l’arresto dei tre imputati avvenne a ottobre 2018 sulla base anche delle rivelazioni di numerosi pentiti. I fratelli Strangis avrebbero agito sotto l’influenza delle famiglie Arcieri -Cappello nell’ambito della cosca Giampà, legati di fatto – per l’accusa – al “controllo” della zona a monte di Lamezia Terme, al fine di riappropriarsi della gestione delle estorsioni alle imprese e ditte operanti nell’area suddetta sulla quale Pantano, che a sua volta sarebbe stato legato alla consorteria dei Iannazzo – Cannizzaro – Daponte – stava cercando – secondo gli inquirenti – di imporre la propria egemonia. Da qui la decisione di eliminare Pantano; decisione che veniva adottata d’intesa con i vertici delle famiglie Cappello- Arcieri

Slide
Slide
Slide
Ama Calabria Gennaio

Pantano rimase vittima di un agguato dopo che i killer attesero che tornasse a casa per ucciderlo usando un fucile calibro 12 e una pistola calibro 9X21 mentre era a bordo di una Land Rover di colore bianco. Un agguato ben studiato per uccidere Filippo Pantano, considerato un personaggio emergente nell’ambito della malavita della zona montana del Lametino.

p.r.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,256FansLike
6,157FollowersFollow
389FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE