mercoledì, 10 Agosto, 2022
HomeCalabriaDopo le gravi minacce parla Gratteri: La gente si affeziona perchè tanti...

Dopo le gravi minacce parla Gratteri: La gente si affeziona perchè tanti hanno avuto riscontro alle loro denunce

“I miei uffici sono stati sempre aperti a chi volesse denunciare o raccontare i propri drammi, e in particolare a Catanzaro una volta alla settimana incontriamo usurati ed estorti. E lo facciamo dal 2016”. Risponde così Nicola Gratteri alla domanda se fosse sorpreso della vicinanza che gli viene dimostrata dalla gente dopo l’annuncio di un altro progetto di attentato ai suoi danni.

Gratteri nel pomeriggio di oggi ha partecipato a Cosenza alla presentazione del libro del suo sostituto Alessandro Riello, un romanzo giallo dal titolo “Delitto in contropiede”, edito da Pellegrini. Per venerdì, a Catanzaro, è in programma una grande manifestazione di solidarietà con un sit in in piazza Matteotti a partire dalle ore 11.

Slide
Slide

“La gente col tempo si affeziona, perché in tanti hanno avuto riscontro dopo le loro denunce – dice Gratteri – hanno fiducia, credono nella bontà di quello che stiamo facendo e prendono posizione. Dopo queste minacce, se fosse possibile, lavorerei ancora di più – ha aggiunto il magistrato antindrangheta – e sto pensando a tante cose, ma non a prendere decisioni”.

Sull’annullamento da parte del Consiglio di Stato della nomina di Giovanni Bombardieri a capo della Procura di Reggio Calabria, Gratteri ha detto: “Mi spiace tantissimo, è una cosa inaspettata. Non sapevo neanche del ricorso”. Bombardieri è stato a lungo collega di Gratteri. Alla domanda relativa ad una possibile riconferma di Bombardieri da parte del Csm, Gratteri ha detto “ma certamente, ci mancherebbe altro”.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,039FansLike
5,777FollowersFollow
387FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE