domenica, 27 Novembre, 2022
HomeAttualitàDistretto Turistico regionale Riviera dei Tramonti: presentata istanza per l'indizione della conferenza...

Distretto Turistico regionale Riviera dei Tramonti: presentata istanza per l’indizione della conferenza dei servizi

In data 14 Novembre 2022 la ‘APS Riviera dei Tramonti’ ha protocollato, presso il Comune Capofila di Lamezia Terme, l’istanza di indizione della conferenza dei servizi semplificata prevista dalla Legge Regionale Calabria n.2 del 2019, tesa alla istituzione del Distretto Turistico regionale Riviera dei Tramonti.
“Con la richiesta di indizione della Conferenza dei Servizi si conclude la complessa attività di costituzione e coordinamento della rete pubblica-privata e di studio del territorio su cui la nostra Associazione si sta impegnando ormai da più anni. Da oggi la APS Riviera dei Tramonti vigilerà sul corretto iter da parte degli Enti Pubblici coinvolti, supportando eventualmente gli stessi fino alla istituzione del Distretto Turistico”>, dichiara il Presidente avv. Sergio Tomaino.

Dopo la costituzione del partenariato pubblico-privato e la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa da parte di ben 19 Comuni ricadenti nell’area del costituendo Distretto e di altri Enti pubblici e soggetti privati, è stata formalmente richiesta l’indizione della Conferenza dei Servizi che dovrà essere attivata dal Comune di Lamezia Terme entro cinque giorni. La procedura amministrativa prevede quindi che, conclusa positivamente la Conferenza dei Servizi, sarà la Regione Calabria a deliberare l’Istituzione del Distretto Turistico regionale Riviera dei Tramonti.

Slide
Slide

Con l’istituzione del Distretto, gli Enti pubblici ed i soggetti privati potranno progettare insieme lo sviluppo territoriale e turistico dell’Area della Riviera dei Tramonti. I soggetti aderenti riuniti in rete avranno il compito di studiare, elaborare e porre in essere progetti di valorizzazione turistica, elevando l’interesse dai singoli territori comunali all’intera area del Distretto Turistico, comprendente ben 19 Comuni aventi tra loro caratteristiche omogenee, seppur nelle diversità e nelle identità storiche e culturali dei singoli territori.

“I Comuni ed i diversi partner privati avranno il compito di attivare una rivoluzione culturale, costruire un concetto di appartenenza comune ed identitaria ai luoghi, secondo un corretto modo di concepire le singole identità locali in un unico insieme, legate dalla partecipazione attiva sul presupposto che la Riviera dei Tramonti sia un BENE COMUNE” sostiene il Presidente Sergio Tomaino.
Il tutto tenendo conto delle linee programmatiche tracciate, ovvero condivisione delle risorse identitarie dei comuni; progettazione comune tesa alla valorizzazione e crescita territoriale, economica e sociale; valorizzazione mare, costa e monti; valorizzazione immagine unica della Riviera dei Tramonti, destagionalizzazione dell’offerta turistica comprendente non solo l’estate, non solo il mare, ma anche le altre stagioni, i monti, le varie identità locali; defiscalizzazione.
La costituzione del Distretto Turistico Regionale assume quindi un rilievo strategico per realizzare una filiera produttiva/turistica, volano del comparto e dell’indotto dell’area tirrenico catanzarese, intercettando risorse e predisponendo progetti per cogliere le opportunità offerte dai bandi europei, statali e regionali.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,253FansLike
6,012FollowersFollow
392FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE