x

x

venerdì, 1 Dicembre, 2023
HomeAttualitàDenise Pipitone: il caso si riaccende

Denise Pipitone: il caso si riaccende

A riaccendere il caso è stata una telespettatrice russa che lavora in Italia. Ha visto l’appello di Olesya Rostova e ha contattato la redazione di “Chi l’ha visto?”. La ragazza russa quando aveva 4 anni è stata rapita da una donna di etnia Rom. Ha vissuto qualche anno nel campo rom, fino a quando la “madre” è stata arrestata e lei è finita in un orfanotrofio. Dopo 17 anni cerca la sua vera mamma, con un appello in tv.

La somiglianza ha fatto riaccendere qualche flebile speranza e lo stesso legale di Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone dice: “Vogliamo rimanere con i piedi ben piantati a terra, cautamente speranzosi, ma senza illuderci più di tanto. Le segnalazioni passate ci hanno dimostrato che l’illusione non porta a nulla, ma sarà l’esame del Dna a fugare ogni dubbio (è stato già prelevato, ndr.). Vogliamo ringraziare quanti in questo momento ci sono vicini e sono solidali. Ci fa capire quante persone amino Denise e non l’abbiano dimenticata”.

Slide
Slide
Slide

L’avvocato ha anche ribadito che Piera Maggio non si recherà in Russia perché  in convalescenza dopo un piccolo intervento.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,174FansLike
6,527FollowersFollow
380FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE