domenica, 16 Gennaio, 2022
HomeCalabriaDe Magistris rimprovera i napoletani per gli assembramenti del weekend ed è...

De Magistris rimprovera i napoletani per gli assembramenti del weekend ed è polemica

Luigi De Magistris continua ad impegnarsi nella campagna elettorale che lo vede candidato alla presidenza della Regione Calabria, ma non dimentica il suo ruolo di sindaco di Napoli in carica. Le sconcertanti immagini del weekend nella città partenopea con assembramenti selvaggi, cittadini e turisti amenamente in giro per negozi spesso senza mascherina e atmosfere da movida nonostante la Campania sia entrata in zona arancione, ha spinto il magistrato-sindaco ad intervenire duramente. Sui suoi social De Magistris ha infatti avuto parole severe per stigmatizzare la situazione: “Le immagini che stanno circolando di strade, vicoli e parchi sovraffollati di persone senza mascherina, sono assolutamente inaccettabili. Comprendo il bisogno umano di socializzazione dopo un anno di restrizioni e privazioni, ma vi chiedo di stringere un altro po’ i denti. In questo momento non possiamo permetterci nulla di tutto questo. Siamo a ridosso di una terza ondata pandemica che sta colpendo anche le fasce di età più giovani e radunarsi in quel modo senza alcun tipo di distanziamento e senza dispositivi di protezione non va bene”. Dema ha poi proseguito spostando l’attenzione sulle scuole: “Da oggi, tra l’altro, tutte le scuole in Campania sono state chiuse, causando un danno enorme non solo ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie, ma all’intera società. Ebbene, non facciamo che questi sacrifici enormi vengano completamente vanificati da comportamenti irresponsabili. Purtroppo la città di Napoli è molto vasta e le forze dell’ordine non saranno mai abbastanza per fronteggiare quelle scene”.

Ma la “ramanzina” non è piaciuta a molti nella città del Vesuvio. Su Fanpage.it a replicare con invettiva a De Magistris è stato il giornalista Ciro Pellegrino, che ha lanciato frecciate alludendo al cuore a metà del sindaco, diviso tra la carica campana e la prospettiva politica calabrese. Pellegrino infatti ha sottolineato come De Magistris proprio nelle ore del far west  napoletano del fine settimana si trovasse in Calabria per appuntamenti della sua campagna elettorale. Scrive Pellegrino, riferendosi alla “paternale” del sindaco: “De Magistris arriva fuori tempo massimo. Dov’era sabato quando la presenza della massima autorità politica, amministrativa e sanitaria della città deve farsi sentire per assicurarsi che le direttive siano applicate scrupolosamente ed eventualmente decidere di chiudere interi pezzi della città (potere che un sindaco ha, glielo conferisce il governo)? De Magistris era in tour elettorale in Calabria come dimostrano foto e interviste”. E continua con frasi al vetriolo: “De Magistris pienamente nel suo diritto fare propaganda politica altrove, è pienamente nel diritto dei napoletani chiedersi perché se il sindaco di Napoli non vuole fare più il sindaco di Napoli non lascia la poltrona e si dedica alla nuova nuova battaglia elettorale. Non solo per rispetto dei napoletani ma anche dei calabresi che hanno diritto a non avere un candidato governatore a ‘mezzo servizio’. Magari ciò che non è riuscito a scassare a Napoli, De Magistris riesce a scassarlo in Calabria”.

 
Slide
02
Slide

 

SEGUICI SUI SOCIAL

140,668FansLike
5,393FollowersFollow
339FollowersFollow
spot_img

ULTIME NOTIZIE