venerdì, 9 Dicembre, 2022
HomeCalabriaDa oltre 30 anni sotto scorta: Nicola Gratteri sempre nel mirino delle...

Da oltre 30 anni sotto scorta: Nicola Gratteri sempre nel mirino delle cosche di ‘ndrangheta

Da oltre trent’anni Nicola Gratteri vive costantemente sotto scorta, con un livello di attenzione sempre crescente. Il procuratore capo di Catanzaro, considerato tra i massimi esperti nella lotta alla ‘ndrangheta, non ha mai avuto una vita privata «normale». Nelle sue poche uscite pubbliche, ha sottolineato di non avere una vita sociale da tempo. Troppi i rischi segnalati da pentiti e collaboratori di giustizia, oppure emersi da intercettazioni e inchieste giudiziarie.

L’ultima segnalazione era arrivata poco più di un anno fa, quando le auto blindate del noto magistrato sono state sostituite da Suv corazzati, con una sorveglianza rafforzata, percorsi pianificati con attenzione, dispositivo di protezione aumentato. Una scelta che fu adottata dal comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, fino alla decisione di annullare per alcuni mesi tutti gli incontri pubblici.

Slide
Slide

Sulle recenti informazioni di un possibile attentato a Nicola Gratteri ha aperto un fascicolo la Procura di Salerno competente nelle inchieste in cui sono parte offesa i magistrati del Distretto di Catanzaro. Sulla vicenda il Copasir ha attivato le procedure per acquisire informazioni.
Il presidente dell’organismo, Adolfo Urso, ha reso noto di avere telefonato a Gratteri “per esprimergli piena solidarietà e vicinanza anche a nome di tutto il Copasir. Nell’occasione ho ribadito l’impegno del Comitato sul fronte della lotta alla criminalità organizzata, a tutela della Sicurezza nazionale. Siamo tutti consapevoli di quanto importante sia la risposta comune delle istituzioni, la storia ce lo insegna”.

Leggi anche:

Gratteri conferma l’allarme ma non commenta

SEGUICI SUI SOCIAL

142,255FansLike
6,060FollowersFollow
389FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE